fbpx

Brasile, Lula in testa ai sondaggi, pugnalato a morte un sostenitore

Brasile, Lula in testa ai sondaggi, pugnalato a morte un sostenitore

K metro 0 – Brasilia – Aggressione mortale durante la campagna elettorale in Brasile. Un uomo ha pugnalato a morte un sostenitore di Luiz Inacio Lula da Silva, ex presidente e candidato in testa ai sondaggi delle presidenziali del prossimo due ottobre, riferisce l’Adnkronos. L’incidente è avvenuto nello stato di Paranà, dove l’aggressore, un uomo

K metro 0 – Brasilia – Aggressione mortale durante la campagna elettorale in Brasile. Un uomo ha pugnalato a morte un sostenitore di Luiz Inacio Lula da Silva, ex presidente e candidato in testa ai sondaggi delle presidenziali del prossimo due ottobre, riferisce l’Adnkronos. L’incidente è avvenuto nello stato di Paranà, dove l’aggressore, un uomo di 59 anni di cui il giornale locale ‘O Povo’ non riporta il nome, è entrato in un bar gridando ‘chi vota per Lula qui?’. A questo punto si è fatta avanti la vittima, rivendicando il suo sostegno per il leader del Partido de los Trabajadores, provocando la reazione dell’aggressore che l’ha pugnalato a morte.

A pochi giorni dal voto, gli ultimi sondaggi danno il leader di sinistra Lula nettamente in vantaggio rispetto al presidente Bolsonaro. Luiz Inácio Lula da Silva, del Partito dei lavoratori (Pt, di sinistra) ha il 46% delle intenzioni di voto rispetto il 35% dell’attuale presidente, Jair Bolsonaro del Partito liberale (Pl, di destra): è quanto rivela un sondaggio pubblicato oggi dall’agenzia Fsb e commissionato dalla banca BTG Pactual.

Le intenzioni di voto indicano infatti una corrispondenza su Lula anche da parte di elettori orientati su altri candidati.

Condividi su:
Joseph Villeroy
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: