fbpx

Gaza, tregua tra Israele e Jihad islamica palestinese

Gaza, tregua tra Israele e Jihad islamica palestinese

K metro 0 – Cairo – Arriva da fonti israeliane la conferma del cessate il fuoco a partire dalle 23.30 ore locali, 22,30 ore italiane, tra Israele e la Jihad islamica palestinese. Lo riferiscono media israeliani. Israele e la Jihad islamica palestinese (Pij) hanno concordato un cessate il fuoco mediato dall’Egitto, conferma un alto diplomatico

K metro 0 – Cairo – Arriva da fonti israeliane la conferma del cessate il fuoco a partire dalle 23.30 ore locali, 22,30 ore italiane, tra Israele e la Jihad islamica palestinese. Lo riferiscono media israeliani.

Israele e la Jihad islamica palestinese (Pij) hanno concordato un cessate il fuoco mediato dall’Egitto, conferma un alto diplomatico mediorientale al Times of Israel. Nell’ambito del cessate il fuoco, riporta l’Adnkronos, l’Egitto ha accettato di lavorare per garantire il rilascio di Khalil al-Awawda, un membro della Jihad islamica che sta scioperando la fame per protestare contro la sua detenzione da parte di Israele senza alcuna accusa, afferma il diplomatico.

Il diplomatico afferma che l’Egitto lavorerà anche per rilasciare il leader della Jihad islamica in Cisgiordania Bassam al-Saadi, che è stato arrestato la scorsa settimana per ciò che si ritiene abbia contribuito a innescare l’ultimo round di violenze. Il diplomatico indica che sarà più difficile ottenere il suo rilascio immediato, anche se non è chiaro nemmeno di cosa sia accusato al-Saadi.

“Accolgo con favore l’annuncio stasera di un cessate il fuoco tra Israele e i miliziani a Gaza dopo tre giorni di ostilità”, ha dichiarato nella notte il presidente americano Joe Biden. “In queste ultime 72 ore – ha proseguito – gli Stati Uniti hanno lavorato con funzionari di Israele, Autorità Palestinese, Egitto, Qatar, Giordania ed altri in tutta la regione per incoraggiare una rapida risoluzione del conflitto. Ringrazio il presidente Abdel Fattah Al Sisi e gli alti funzionari egiziani che hanno svolto un ruolo centrale in questo sforzo diplomatico, nonché l’emiro Tamim Bin Hamad Al Thani del Qatar e il suo team per aver contribuito a porre fine a queste ostilità”.

L’operazione “Breaking dawn”, condotta dall’esercito israeliano è iniziata lo scorso venerdì. Nei raid sono morte oltre 40 persone, secondo il ministero della sanità palestinese.

Condividi su:
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: