fbpx

Campania Teatro Festival : “Il teatro Rinasce con Te”

Campania Teatro Festival : “Il teatro Rinasce con Te”

K metro 0 – Napoli – E’ questo il titolo della 11esima edizione de Il Campania Teatro Festival 2022 ideato fin dalla nascita da Ruggero Cappuccio scrittore, regista e direttore artistico di manifestazioni varie, tra cui l’attuale, in cui per la sesta volta si dedica anche alla direzione, su sollecitazione e finanziamento della Regione Campania,

K metro 0 – Napoli – E’ questo il titolo della 11esima edizione de Il Campania Teatro Festival 2022 ideato fin dalla nascita da Ruggero Cappuccio scrittore, regista e direttore artistico di manifestazioni varie, tra cui l’attuale, in cui per la sesta volta si dedica anche alla direzione, su sollecitazione e finanziamento della Regione Campania, nell’estivo arco di tempo che va dal 10 giugno al 12 luglio.

Il Teatro Rinasce con Te – “la mia idea del mondo si concentra sul concetto di Concertato. Il Teatro può rinascere ed esistere solo assieme alle persone che lo determinano e cioè alla fusione di energia tra gli attori e il pubblico in platea. L’essere esiste solo se esiste l’inter(essere), azione attivata in relazione a qualcosa“ – afferma Ruggero Cappuccio”.

Napoli, per l’occasione, si colora di mille colori dedicati all’arte. Ed è proprio nel segno di questi colori che quest’anno ci sono undici sezioni dedicate a diverse attività: Teatro, Cinema, Letteratura, Danza e tante altre, la multidisciplinarietà resta un elemento caratterizzante del progetto, perché il “Teatro è un crocevia naturale delle discipline – afferma Ruggero Cappuccio – un’opera per essere rappresentata ha bisogno di diverse figure: l’autore, il regista, l’attore, il musicista, lo scenografo, il costumista e tante altre figure che lavorano dietro le quinte”. Anche la Sezione Osservatorio riveste un ruolo importante: sostenere e promuovere le giovani compagnie che hanno difficoltà a produrre i loro spettacoli e che hanno difficoltà a distribuirli.

Il Campania Teatro Festival ha un esteso programma di ben 145 eventi itineranti, i cui fondali di scena saranno, soprattutto, il parco verde del Museo del Real Bosco di Capodimonte, segno del legame con la natura e di un nuovo modo di osservarla, più eco-sostenibile. L’edizione del 2022 si colora ed indossa, quindi, gli abiti della natura, diventa green.

Il Festival animerà e abiterà luoghi ricchi di sapere e di cultura, come le sale interne del Museo di Capodimonte, Il Museo Madre, l’Archivio di Stato di Napoli, Il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. E dopo l’emergenza sanitaria, la manifestazione ritorna a calcare i Teatri (Mercadante, Politeama, Trianon Viviani, Nuovo e Sala Assili a Napoli). Ma l’arte si sposta anche nei quartieri più difficili della città dai mille colori, come Ponticelli e la Sanità.

L’elegante Terrazza dei Principi (a Capodimonte) farà da sfondo al progetto di Ruggero Cappuccio, Il Sogno Reale. I Borbone di Napoli: sette importanti attori del panorama nazionale daranno voce ai racconti di altrettanti scrittori, per far rivivere la congerie culturale e i tratti distintivi dell’epoca borbonica.

Non solo Napoli, tuttavia, sarà protagonista del Campania Teatro Festival, il teatro si sposterà in tante località, raggiungerà il lungomare di Santa Teresa e il Piccolo Teatro Porta Catena di Salerno, piazza sant’Andrea, nella località Foresta di Tora e Piccilli, il Convento di Sant’Antonio a Capaccio e Palazzo Coppola di Valle Cilento, il borgo di Pietrelcina, il Teatro Comunale di Caserta e il Teatro Colosseo a Baiano.

di Laura Placenti

Condividi su:
1 comment
Laura Placenti
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

1 Comment

  • Antonio Di Giovanni
    23 Giugno 2022, 16:55

    Si presenta il nuovo cartellone de “ Il Gioco serio del Teatro “
    Giorgio Borghetti presente alla conferenza stampa
    Giovedi 30 giugno alla ore 11.00, presso il Museo Diocesano di Salerno ti terrà la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale “Il Gioco serio del Teatro” con la direzione artistica di Antonello de Rosa.
    Saranno presenti alla conferenza stampa S.E.Mons. Andrea Bellandi ,Arcdivescovo di Salerno, il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ,il delegato alla cultura del comune di Salerno Ermanno Guerra il direttore del Museo Diocesano don Luigi Aversa,il direttore artistico Antonello De Rosa ,il direttore organizzativo Pasquale Petrosino ed infine uno degli attori italiani più importanti del panorama teatrale italiano: Giorgio Borghetti ,che sarà ospite della rassegna .La manifestazione pone al centro del suo programma la “sacralità della parola” ,poichè come ha dichiarato Antonello De Rosa esso è : “…Un progetto che prende spunto dalla mie lezioni agli studenti dei miei laboratori a Salerno ed a Roma, in cui prima della recitazione è importante che i ragazzi capiscano il testo ,ed il perché di quel parole.Diceva Sigmund Freud”Le parole erano originariamente incantesimi e la parola ha conservato ancora oggi molto del suo antico potere magico. Con le parole un uomo può rendere felice un altro o spingerlo alla disperazione, con le parole l’insegnante trasmette il suo sapere agli studenti, con le parole l’oratore trascina l’uditorio con sé e ne determina i giudizi e le decisioni. Le parole suscitano affetti e sono il mezzo generale con cui gli uomini si influenzano reciprocamente.” Ecco perché penso che il potere della parola ,il senso delle stesse, e soprattutto la loro comprensione siano oggi indispensabili per capire il Teatro. Anche quest’anno insieme alle rappresentazioni teatrali, ci saranno dei salotti culturali presentati dalla giornalista Erminia Pellecchia.

    REPLY

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: