fbpx

Guerra del whisky, Danimarca e Canada trovano un accordo dopo 50 anni

Guerra del whisky, Danimarca e Canada trovano un accordo dopo 50 anni

K metro 0 – Copenaghen – Mezzo secolo di battibecchi bonari sulla proprietà di una piccola isola artica disabitata. Dal 1971, Danimarca e Canada “combattono” la “guerra del whisky” per risolvere le rivendicazioni concorrenti sull’isola di Hans. Le successive spedizioni di Ottawa e Copenaghen hanno sfidato persino le condizioni estreme di ghiaccio per piantare bottiglie

K metro 0 – Copenaghen – Mezzo secolo di battibecchi bonari sulla proprietà di una piccola isola artica disabitata. Dal 1971, Danimarca e Canada “combattono” la “guerra del whisky” per risolvere le rivendicazioni concorrenti sull’isola di Hans. Le successive spedizioni di Ottawa e Copenaghen hanno sfidato persino le condizioni estreme di ghiaccio per piantare bottiglie di alcolici sul piccolo scoglio di 1,2 kmq. Ma ora s’è deciso finalmente di dividere l’avamposto a metà.

Tutto ha inizio dopo che le due nazioni nordiche si erano incontrate nel 1973 per risolvere le dispute sui confini nello Stretto di Nares, un canale di acqua fredda largo 35 km (22 miglia) che separa il Canada e la Groenlandia, un territorio autonomo della Danimarca. Si era discusso di un confine attraverso lo stretto, ma durante le trattative sono emerse rivendicazioni contrastanti sull’isolotto. Sia il Canada sia la Groenlandia si trovano difatti a 18 km di distanza dall’isola di Hans, il che consente loro di rivendicare lo scoglio in base al diritto internazionale.

Nel 1984, però, il Canada ha deciso di rivendicarne la proprietà con uno sbarco di truppe sullo scoglio. Queste ultime piantarono rapidamente la loro bandiera a forma di foglia d’acero e seppellirono una bottiglia di whisky canadese. Il ministro danese per gli Affari della Groenlandia non poteva lasciar correre però una simile provocazione. Settimane dopo partì per l’isola di Hans, dove sostituì la simbologia canadese offensiva con una bandiera danese e una bottiglia della migliore grappa di Copenaghen. Ma fece un passo in più rispetto ai canadesi, lasciando con orgoglio un biglietto che recitava: “Benvenuti sull’isola danese”.

E così iniziò la “guerra del whisky”. Nei 49 anni successivi, decine di canadesi e danesi hanno preso parte al rituale e i visitatori dell’isola descrivono un mare di bandiere e avvisi un po’ logori. Infine, nel 2018, i paesi hanno deciso di istituire un gruppo di lavoro congiunto per risolvere la controversia, ponendo fine alla loro politica pluridecennale di “accordo su disaccordo”. L’intesa sarà firmata una volta che entrambi i paesi avranno ottenuto l’approvazione del Parlamento; a quel punto il Canada e la Danimarca avranno stabilito il confine marittimo più lungo del mondo con i suoi 3.882 km.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: