fbpx

Onu, nuovo appello di pace, Putin prova a trattare sul grano ucraino

Onu, nuovo appello di pace, Putin prova a trattare sul grano ucraino

K metro 0 – New York – Nuovo appello del segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, per la fine delle violenze a 100 giorni dall’inizio dell’invasione della Russia in Ucraina. “Rinnovo il mio appello per la cessazione immediata delle violenze, per l’accesso umanitario senza restrizioni a tutti coloro che ne hanno bisogno, per l’evacuazione

K metro 0 – New York – Nuovo appello del segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, per la fine delle violenze a 100 giorni dall’inizio dell’invasione della Russia in Ucraina. “Rinnovo il mio appello per la cessazione immediata delle violenze, per l’accesso umanitario senza restrizioni a tutti coloro che ne hanno bisogno, per l’evacuazione in sicurezza dalle aree di combattimento dei civili lì intrappolati e per la protezione urgente dei civili e il rispetto dei diritti umani in linea con le norme internazionali”, ha affermato in una dichiarazione diffusa nelle ultime ore, informa l’Adnkronos.

“Il conflitto ha già fatto migliaia di vittime, provocato una distruzione incalcolabile, milioni di sfollati, violazioni inaccettabili dei diritti umani e sta infiammando una crisi globale che ha tre dimensioni, alimentare, energetica e finanziaria, che sta colpendo le persone, i Paesi e le economie più vulnerabili”, ha aggiunto, ribadendo che le Nazioni Unite sono “impegnate nello sforzo umanitario”, ma “per risolvere questo conflitto serviranno negoziati e dialogo”. E, “quanto prima le parti si impegneranno in sforzi diplomatici in buona fede per porre fine a questa guerra, meglio sarà per il bene dell’Ucraina, della Russia e del mondo”.

Intanto, Putin gioca la carta dello scambio dando la disponibilità dei porti ucraini occupati di Mariupol e Berdiansk per sbloccare il grano ucraino, ma allo stesso tempo chiede di togliere le sanzioni. La Russia ha quasi terminato lo sminamento dei porti di Berdyansk e Mariupol che “sono sotto il nostro controllo” e attraverso i quali “siamo pronti a garantire l’esportazione senza problemi di grano ucraino”, ha detto in un’intervista al canale Rossiya-1 secondo quanto riferito da Interfax. “Questo lavoro è quasi finito e creeremo la logistica necessaria” alla ripresa delle attività marittime, ha assicurato Putin.

Secondo il presidente russo, i Paesi occidentali “hanno commesso moltissimi errori” che hanno causato la crisi alimentare e ora cercano di incolpare la Russia, ha osservato.

Dopo che la Russia ha lanciato “l’operazione speciale” in Ucraina, Europa e Stati Uniti, secondo Mosca, hanno adottato misure che hanno esacerbato la situazione di crisi nel settore alimentare e dei fertilizzanti, del quale la Russia come produzione, rappresenta circa il 25% del mercato mondiale della produzione di fertilizzanti.

Condividi su:
Joseph Villeroy
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: