fbpx

Germania, biglietto supereconomico per il trasporto pubblico locale e sconti benzina e diesel

Germania, biglietto supereconomico per il trasporto pubblico locale e sconti benzina e diesel

K metro 0 – Berlino – Dall’1 giugno parte l’euro-ticket. Per tre mesi, si potrà viaggiare, in Germania, con un biglietto economico da 9 euro al mese su tutte le reti di trasporto pubblico locale. Il biglietto (proficard), è valido per tutto il mese per un numero qualsiasi di corse su treni locali e regionali, autobus, tram

K metro 0 – Berlino – Dall’1 giugno parte l’euro-ticket. Per tre mesi, si potrà viaggiare, in Germania, con un biglietto economico da 9 euro al mese su tutte le reti di trasporto pubblico locale.

Il biglietto (proficard), è valido per tutto il mese per un numero qualsiasi di corse su treni locali e regionali, autobus, tram e metropolitane. Sarà disponibile anche per i mesi di luglio e agosto.

Con l’euro-ticket non sarà possibile utilizzare i treni e autobus a lunga percorrenza e il trasporto delle biciclette non è compreso nell’offerta.

Il biglietto a 9 euro è valido in tutta la Germania sui mezzi di trasporto locali e sui treni regionali, ma solo in 2a classe. Non è valido invece per i treni veloci ICE, Intercity ed Eurocity, né sui treni concorrenti della Deutsche Bahn ma che utilizzano la rete ferroviaria tedesca, come i treni Flixtrain.

Grazie a quest’offerta, nei prossimi tre mesi è previsto un sovraffollamento dei treni regionali, soprattutto sulle tratte turistiche nei fine settimana e nelle festività. Moltissime le persone che già nei primi giorni hanno acquistato il biglietto, 50mila solo nella capitale Berlino o ad Amburgo, centinaia di migliaia a Colonia e nel Nordreno-Vestfalia. Secondo Deutsche Bahn i biglietti venduti solo il primo giorno sono stati oltre 200.000. Ma le stime ad oggi parlano di un milione di biglietti venduti anche a livello locale.

Per fronteggiare questo aumento di passeggeri a partire dal primo giugno Deutsche Bahn vuole immettere su tutta la rete ferroviaria tedesca 50 nuovi treni regionali che garantiranno circa 60.000 posti in più.

Un’iniziativa unica ed ecologista che fa parte di un pacchetto approvato dal governo SPD-Verdi-Liberali per incentivare il risparmio energetico.

Dall’1 giugno ci sarà una riduzione della tassa sui carburanti

La riduzione sarà di 35,2 centesimi per la benzina e per il diesel di 16,7 centesimi.

I gestori delle stazioni di servizio già prevedono strozzature: con la riduzione dei prezzi, l’elevata domanda degli automobilisti sta incontrando una carenza di offerta.

Altre novità di giugno riguardano i certificati di vaccinazione Covid in scadenza.

Chi non ha ancora ricevuto una vaccinazione di richiamo dovrebbe controllare il proprio certificato di vaccinazione quando viaggia fuori dalla Germania: alcuni certificati scadranno il 14 giugno e coloro che sono stati vaccinati per la prima volta non saranno più considerati vaccinati quando attraversano il confine. I certificati delle persone con vaccinazioni di richiamo, invece, sono validi a tempo indeterminato.

Chiunque utilizzi app come CovPass riceverà una notifica 28 giorni prima della scadenza del certificato. Chi ha bisogno di un nuovo certificato può contattare una farmacia. A breve sarà anche possibile aggiornare i certificati direttamente nelle app Corona.

I rifugiati dall’Ucraina hanno diritto al sussidio sociale (Hartz IV)

Dall’1 giugno, i centri per l’impiego si occuperanno dei profughi ucraini. Le persone interessate possono già presentare domande. Chi ha un permesso di soggiorno, ha bisogno di aiuto e può lavorare avrà in futuro diritto al sussidio sociale Hartz IV, che copre le spese effettive dell’alloggio e include l’assicurazione sanitaria obbligatoria.

Fine di Internet Explorer

Il programma era una volta la porta di accesso a Internet, ma ora il suo tempo sta volgendo al termine: il 15 giugno, il supporto per il browser Internet Explorer di Microsoft verrà definitivamente interrotto. Lanciato nel 1995, viene utilizzato solo raramente: non è stato supportato da programmi come Office o Outlook dall’anno scorso.

Aldi e Lidl alzano il salario minimo

Le catene di supermercati Aldi e Lidl aumenteranno il salario minimo da giugno, dagli attuali 12,50 euro a 14 euro l’ora. Secondo una decisione del governo, il salario minimo legale aumenterà a 10,45 euro l’ora a luglio e poi a 12 euro da ottobre.

Leggi anche:

Germania, in aumento abusi sessuali su neonati e bambini piccoli

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: