fbpx

NATO: Finlandia e Svezia domande adesione è un ”passaggio storico”

NATO: Finlandia e Svezia domande adesione è un ”passaggio storico”

K metro 0 – Stoccolma – Svezia e Finlandia hanno appena presentato le loro domande per entrare nella NATO. Le richieste ufficiali, come da regola, sono state consegnate dagli ambasciatori dei due paesi direttamente al Segretario generale del Patto atlantico, Jens Stoltenberg. “Questo è un passaggio storico in un momento critico per la nostra sicurezza”

K metro 0 – Stoccolma – Svezia e Finlandia hanno appena presentato le loro domande per entrare nella NATO. Le richieste ufficiali, come da regola, sono state consegnate dagli ambasciatori dei due paesi direttamente al Segretario generale del Patto atlantico, Jens Stoltenberg.

“Questo è un passaggio storico in un momento critico per la nostra sicurezza” ha poi dichiarato Stoltenberg “Speriamo di concludere rapidamente”.

La decisione è stata accelerata dall’invasione russa in Ucraina, che ha provocato un conflitto ancora in corso, ma non è stata ancora condivisa da altri paesi europei non ancora parte della NATO, come Cipro, Austria, Malta, Irlanda e Svizzera.

Si discute però sulla neutralità. In Irlanda, dove i sondaggi danno il 48% della popolazione è favorevole all’entrata nel Patto atlantico, il presidente Michael Daniel Higgins, che ha definito il conflitto in Ucraina come immorale e privo di giustificazioni, ha confermato che è arrivato il momento di iniziare un dibattito interno per discutere sulla neutralità di Dublino.

Per quanto riguarda la Svizzera Paelvi Pulli, responsabile della Politica di sicurezza al Ministero della Difesa, ha dichiarato che “Di recente qualcosa è mutato nell’interpretazione della neutralità elvetica”, parole in parte confermate anche dal Consigliere federale Viola Amherd, che pur escludendo un’adesione formale all’Alleanza ha cinfermato che “la Svizzera deve rafforzare la sua cooperazione internazionale, anche con gli Stati Uniti”.

Discorso diverso per l’Austria, dove il 75% dei cittadini è contrario all’entrata nella NATO. “Noi austriaci non siamo parte della Nato. Rispettiamo completamente il fatto che Svezia e Finlandia stiano pensando di farne parte, cosa che forse avverrà velocemente, ma è una loro decisione. L’Austria continuerà ad essere neutrale”, ha confermato Alexander Schallenberg, Ministro federale degli Affari esteri austriaco, poco prima di partecipare al Consiglio Affari esteri dell’Unione europea. Schallenberg ha poi commentato la decisione di Finlandia e Svezia: “È un segnale forte per il presidente russo. Lui ha reso la Nato più rilevante e ha ottenuto che altri Paesi si uniscano alla Nato. Quindi questa strategia gli si sta ritorcendo contro”,

Da parte di Cipro il presidente Nikos Anastasiadīs, pur ammettendo che il suo è “Un Paese piccolo e bisognoso di protezione, ed è molto importante che questa protezione sia efficace e venga approvata dalla popolazione” conferma che una qualsiasi discussione sull’entrata di Nocosia nell’Alleanza “È precoce perché anche se il governo fosse favorevole ci sono problematiche serie da affrontare e, ovviamente, l’obiezione da parte della Turchia”.

“La richiesta di adesione di Finlandia e Svezia alla Nato è una chiara risposta all’invasione russa dell’Ucraina e alla minaccia che rappresenta per la pace in Europa, per la nostra sicurezza collettiva”. E’ quanto ha detto il premier Mario Draghi, rispondendo alle domande dei cronisti subito dopo le dichiarazioni congiunte alla stampa con il primo ministro finlandese, Sanna Marin, ricevuta questa mattina a Palazzo Chigi, riporta l’Adnkronos.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: