fbpx

Aliyev l’accettazione dell’Armenia delle proposte dell’Azerbaigian è un punto di svolta

Aliyev l’accettazione dell’Armenia delle proposte dell’Azerbaigian è un punto di svolta

K metro 0 – Baku – Il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ricevendo il 19 aprile una delegazione guidata dal rappresentante speciale dell’Unione Europea per il Caucaso Meridionale e la crisi in Georgia, Toivo Klaar, ha affermato che l’incontro trilaterale a Bruxelles del 6 aprile scorso è stato molto costruttivo e ha prodotto buoni

K metro 0 – Baku – Il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ricevendo il 19 aprile una delegazione guidata dal rappresentante speciale dell’Unione Europea per il Caucaso Meridionale e la crisi in Georgia, Toivo Klaar, ha affermato che l’incontro trilaterale a Bruxelles del 6 aprile scorso è stato molto costruttivo e ha prodotto buoni risultati. Ha ringraziato il Presidente Charles Michel per i suoi sforzi e per aver creato un’atmosfera che ha consentito alle parti l’opportunità di discutere questioni molto importanti e concordare l’inizio del processo di normalizzazione.

“Penso che sia stato il punto di partenza, perché abbiamo concordato di istituire commissioni di confine e, allo stesso tempo, gruppi di lavoro su un accordo di pace. Ne abbiamo parlato prima e, come sapete, dopo la seconda guerra del Karabakh, la posizione dell’Azerbaigian è sempre stata quella di avviare negoziati intorno a un accordo di pace”, ha affermato il Presidente dell’Azerbaigian.

Il Presidente Ilham Aliyev ha detto che considera positivi i risultati dell’incontro di Bruxelles e che lo ha annunciato al pubblico il 12 aprile. “Il giorno successivo, il primo ministro armeno ha anche parlato apertamente del processo di normalizzazione e dell’accettazione da parte dell’Armenia dei cinque principi proposti dall’Azerbaigian. Questo è davvero un punto di svolta nel processo. Penso che questi siano commenti positivi. Ora, dopo questa dichiarazione ufficiale da entrambe le parti, dobbiamo dimostrare la nostra serietà al tavolo. Qui riponiamo grandi speranze per gli sforzi dell’Unione europea, in particolare del presidente Charles Michel, che è già fortemente coinvolto nel processo. Ha già abbastanza familiarità con esso. Penso che questo crei un ambiente molto promettente per negoziati di successo”, ha detto il capo di Stato azerbaigiano, enfatizzando che è importante continuare i progressi e che entrambe le parti aderiscono agli accordi raggiunti.

Il Presidente Ilham Aliyev ha aggiunto che una delle questioni che deve essere chiarita con la parte armena è la questione delle comunicazioni tra l’Azerbaigian e la Repubblica autonoma azerbaigiana di Nakhchivan, sia ferroviarie che autostradali. “Per quanto riguarda la ferrovia, ho informato il Presidente Michel che abbiamo costruito più di 60 chilometri di ferrovia in Azerbaigian e che completeremo la costruzione il prossimo anno. Sfortunatamente, non hanno ancora iniziato a lavorare allo studio di fattibilità in Armenia, il che indica che il processo può essere ritardato”, ha detto il Presidente.

Per quanto riguarda l’autostrada, il Presidente Ilham Aliyev, ha menzionato che l’Azerbaigian la sta costruendo attivamente e la maggior parte della strada è già stata realizzata, augurandosi inoltre che la stessa raggiunga il confine dell’Armenia entro la fine del prossimo anno. “Purtroppo il premier armeno non ha specificato le coordinate geografiche durante l’incontro di Bruxelles. Ho sollevato questo problema in una videoconferenza il 4 febbraio, ma non c’è stata risposta. Il 6 aprile ho chiesto di nuovo le coordinate geografiche della strada, ma ancora nessuna risposta. Spero che la avremo presto”, ha affermato il capo di Stato dell’Azerbaigian.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: