fbpx

Elezioni Francia 2022, Macron-Le Pen al ballottaggio

Elezioni Francia 2022, Macron-Le Pen al ballottaggio

K metro 0 – Adnkronos – Parigi – Emmanuel Macron e Marine Le Pen si sfideranno al secondo turno delle elezioni presidenziali 2022 in Francia. Secondo un sondaggio Ipsos diffuso da France 24, Macron è in testa con il 28,1%, mentre Le Pen è stimata al 23,3%. Terzo Jean-Luc Mélenchon al 20,1%. Secondo una rilevazione

K metro 0 – Adnkronos – Parigi – Emmanuel Macron e Marine Le Pen si sfideranno al secondo turno delle elezioni presidenziali 2022 in Francia. Secondo un sondaggio Ipsos diffuso da France 24, Macron è in testa con il 28,1%, mentre Le Pen è stimata al 23,3%. Terzo Jean-Luc Mélenchon al 20,1%. Secondo una rilevazione Ifop-Fiducial, riportata da Le Figaro sul suo sito, Macron avrebbe ottenuto il 28,6%, Le Pen il 24,4%. Eric Zemmour, secondo Ifop Fiducial, avrebbe raccolto il 6,8%, la candidata dei Républicains Valérie Pécresse meno del 5%.

Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos-Sopra Steria per France Télévisions oggi dopo la chiusura delle urne, per il secondo turno delle presidenziali in Francia Emmanuel Macron raccoglie il 54% delle intenzioni di voto, a fronte del 46% della leader del Rassemblement National Marine Le Pen. Lo riferisce FranceInfo. Il duello al secondo turno, quindi, secondo questa rilevazione si preannuncia più serrato rispetto al 2017, quando Macron aveva vinto con il 66,1% dei voti, contro il 33,9% di Le Pen.

“Ringrazio i compatrioti che, fin dal primo turno, hanno voluto dare il loro voto alla mia candidatura – ha detto Emmanuel Macron, parlando a Parigi ai suoi sostenitori dopo i risultati del primo turno delle elezioni – La loro e la vostra fiducia mi onorano, mi obbligano e mi impegnano. Potete tutti contare su di me per mettere in atto questo progetto di progresso, di apertura e di indipendenza francese ed europea, che abbiamo difeso per tutta questa campagna”.

“Non dobbiamo illuderci: nulla è deciso e il dibattito che avremo nei prossimi 15 giorni sarà decisivo per il nostro Paese e per l’Europa” ha sottolineato Macron. “Voglio una Francia che si inscriva in un’Europa forte – ha scandito – che continui a stringere alleanze con le grandi democrazie per difendersi, non una Francia che esce dall’Europa e che non ha per alleati altri se non l’internazionale dei populisti e degli xenofobi”. “Nei prossimi 15 giorni, non risparmiamo alcuno sforzo, perché nulla è già fatto – ha ribadito – Siamo umili, determinati. Convinciamo tutti e tutte per il 24 aprile. Possiamo scegliere una nuova era, per la Francia e per l’Europa. Il 24 aprile, possiamo fare la scelta della speranza, scegliere la Francia e l’Europa, insieme. Viva la Repubblica e viva la Francia”.

“II popolo francese mi ha fatto l’onore di accedere al secondo turno. Esprimo agli elettori la mia più sincera gratitudine. Tutti quelli che oggi non hanno votato per Emmanuel Macron sono chiamati a unirsi al nostro raggruppamento” ha detto Marine Le Pen, dopo i primi exit poll delle presidenziali francesi, assicurando: “Vinceremo”.

Le Pen promette di “mettere in ordine la Francia in cinque anni” se sarà eletta. “Dal vostro voto – ha affermato nel suo primo discorso dopo la diffusione dei dati del primo turno – dipenderanno le decisioni politiche del prossimo quinquennio, anche se in realtà impegneranno la Francia per i prossimi 50 anni. Rimetteremo in ordine la Francia in cinque anni”.

“Ora tocca a voi. Noi sappiamo per chi non voteremo mai. I francesi sanno cosa fare, sono capaci di decidere cosa devono fare. Non dovete dare un voto a Marine Le Pen” ha detto il candidato della sinistra di ‘France insoumise’ Jean Luc Mélenchon, arrivato terzo alle elezioni.

“E’ una delusione personale e collettiva, mi assumo ogni responsabilità” ha commentato Valérie Pécresse che si è fermata sotto al 5%. “Ho dovuto combattere su due fronti – ha sottolineato – quello del presidente uscente e quello degli estremisti. Malgrado la passione che ci anima, la qualità del nostro progetto, non sono riuscita a uscire da questa campagna atrofizzata e a convincervi”. Al ballottaggio “voterò in coscienza per Emmanuel Macron” ha affermato, “il progetto di Marine Le Pen condurrebbe il Paese alla discordia, al fallimento, la sua vicinanza a Vladimir Putin la discredita”.

“Faccio appello con serietà a votare contro l’estrema destra di Marine Le Pen e a votare per Emmanuel Macron” le parole della candidata socialista alle presidenziali francesi e sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, dopo il primo turno di voto nel quale ha ottenuto l’1,95 dei consensi. “So quanto siete delusi e tireremo insieme un bilancio oggettivo – ha aggiunto – Giuro che metterò tutte le mie energie per una Francia repubblicana più forte, più bella e più giusta”.

Mentre il candidato di destra Eric Zemmour ha fatto appello a votare Le Pen: “Penso alla Francia prima di tutto. Ho dei disaccordi con Marine Le Pen, ma fronteggia un uomo che ha fatto entrare due milioni di immigrati, un uomo che non ha mai detto una parola di identità e di sicurezza durante la campagna e che farà di peggio se sarà rieletto”. Quindi l’appello “ai miei elettori perché votino Marine Le Pen”.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: