fbpx

Italia espelle 30 diplomatici russi. Mosca: “Risponderemo”

Italia espelle 30 diplomatici russi. Mosca: “Risponderemo”

K metro 0 – Roma – ”Il governo italiano ha deciso di espellere 30 diplomatici russi in servizio presso l’ambasciata in quanto persone non grate”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio spiegando che ”questa misura, assunta insieme ad altri partner europei e atlantici si è resa necessaria per ragioni legate alla

Condividi su:

K metro 0 – Roma – ”Il governo italiano ha deciso di espellere 30 diplomatici russi in servizio presso l’ambasciata in quanto persone non grate”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio spiegando che ”questa misura, assunta insieme ad altri partner europei e atlantici si è resa necessaria per ragioni legate alla nostra sicurezza nazionale e nel contesto della situazione attuale di crisi conseguente all’ingiustificata aggressione all’Ucraina da parte della Federazione russa”, riferisce l’Adnkronos.

“Nella giornata di oggi abbiamo espulso 30 diplomatici russi, una decisione presa in accordo con altri partner europei e atlantici”. Ha detto il premier Mario Draghi, intervenendo a Torino alla firma del patto per la città.

La Russia darà “una risposta adeguata all’espulsione di diplomatici dall’Italia, ha annunciato la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, citata dall’agenzia di stampa Tass.

Secondo il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, si tratta di una “decisione miope” che non rimarrà senza risposta. “Limitare le possibilità di comunicazione diplomatica” in una situazione “senza precedenti” è una “decisione miope”, ha spiegato, citato dall’agenzia Inferfax. Secondo il portavoce, le espulsioni “in primo luogo, complicheranno ulteriormente le nostre comunicazioni, necessarie per la ricerca di un accordo, e in secondo luogo, porteranno inevitabilmente a misure reciproche”.

La decisione è “immotivata” e “porterà ad un ulteriore deterioramento delle relazioni bilaterali”, afferma dal canto suo l’ambasciata russa in Italia. Ricordando che l’ambasciatore russo, Sergey Razov, è stato convocato alla Farnesina per la notifica del provvedimento, l’ambasciata sottolinea come da parte delle autorità italiane non sia stata “fornita alcuna prova” delle azioni dei diplomatici. L’ambasciatore, si legge in una nota, ha “esplicitamente espresso la protesta contro la decisione immotivata da parte italiana” e “ha dichiarato che questo passo non rimarrà senza risposta da parte russa”.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Marzo, mese della Donna! su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: