fbpx

Spagna, accordo tra governo e autotrasportatori su aiuti e ribassi del carburante

Spagna, accordo tra governo e autotrasportatori su aiuti e ribassi del carburante

K metro 0 – Madrid – L’intesa è stata raggiunta all’alba di venerdì, dopo un confronto di oltre 14 ore tra il CNTC (il comitato che raggruppa la maggior parte delle associazioni degli autotrasportatori) e il governo, rappresentato dal vicepremier e ministro dell’Economia, Nadia Calviño, dal ministro delle Finanze, María Jesús Montero, e da quello

K metro 0 – Madrid – L’intesa è stata raggiunta all’alba di venerdì, dopo un confronto di oltre 14 ore tra il CNTC (il comitato che raggruppa la maggior parte delle associazioni degli autotrasportatori) e il governo, rappresentato dal vicepremier e ministro dell’Economia, Nadia Calviño, dal ministro delle Finanze, María Jesús Montero, e da quello dei Trasporti Raquel Sánchez.

L’accordo prevede una riduzione di 20 centesimi al litro per il carburante fino al 30 giugno. Nei tre mesi in cui sarà in vigore, un camion risparmierà in media 3.560 euro, secondo i calcoli del governo.

Entrambe le parti confidano che questo accordo calmerà gli animi delle migliaia di piccoli autotrasportatori senza lavoro da quasi due settimane che hanno manifestato davanti al ministero dei Trasporti.

Quanto concordato venerdì mattina si rifletterà nel pacchetto di misure che il governo prevede di approvare il prossimo 29 marzo per compensare l’impatto sull’economia dell’invasione dell’Ucraina e integrerà le misure contenute nel regio decreto legge approvato l’ 1 marzo.

Gli accordi raggiunti sono i seguenti:

La spesa per il bonus minimo di 20 centesimi per litro – o chilogrammo nel caso di gas compresso – di carburante, verrà coperta con 15 centesimi dal bilancio pubblico e con un minimo di 5 centesimi dalle compagnie petrolifere. Ciò significherà un totale di 665 milioni di euro.

Il bonus verrà applicato al diesel, alla benzina, al gas e all’additivo AdBlue, in modo che, a titolo di esempio, un camion diesel risparmierebbe più di 700 euro al mese, più altri 70 euro per l’AdBlue.

Aiuti alle imprese differenziati per tipologia di veicolo. Aiuti di 1.250 euro per camion, 950 euro per autobus, 500 euro per furgone e 300 euro per veicolo leggero (taxi, vetture NCC e ambulanze), con un limite di 400.000 euro per azienda.

Linee di credito con durata estesa

Estensione del periodo di scadenza dei crediti garantiti dall’ICO (Institudo di Credito Ofisial) fino a 8-10 anni e del periodo di moratoria di tali crediti a 6 mesi. Viene inoltre istituita una nuova linea di credito, garantita dall’ICO, con un periodo di moratoria di 12 mesi, il cui importo non è stato ancora specificato, ma che può essere utilizzato per rifinanziare prestiti precedenti.

Nuove linee di credito

Aumento della dotazione per gli aiuti all’abbandono della professione di autotrasportatore, che passerà da 10 a 20 milioni di euro nel 2022. Questi aiuti, in media di 30.000 euro a persona, compensano il prepensionamento in una professione fisicamente molto dura.

Applicazione della legge contro gli eccessivi ribassi al settore dei trasporti, con l’obiettivo di garantire un uso equo del subappalto e la redditività del proprio lavoro. Il ministero dei Trasporti presenterà entro il 31 luglio al CNTC un testo del disegno di legge, per la sua successiva approvazione in Consiglio dei Ministri.

Rimborsi mensili del diesel professionale

Rimborso mensile del diesel commerciale, anziché trimestrale, come è attualmente. Verrà effettuato un rimborso anticipato mensile, sulla base di un calcolo della spesa, che sarà poi regolarizzato annualmente. Questa era una rivendicazione storica del settore. Gli autotrasportatori otterranno un rimborso di 0,05 centesimi sul prezzo del diesel, con un limite di 50.000 euro all’anno.

Secondo i calcoli del CNTC, un camion percorre in media 10.000 chilometri al mese, spendendo circa 3.500 litri, quindi questo bonus rappresenta una media di 170 euro al mese per veicolo. Per un’azienda media, con quattro camion, la riduzione mensile è di 680 euro.

Sarà inoltre accelerato il rimborso del céntimo sanitario, una tassa che veniva riscossa sulla vendita al dettaglio di idrocarburi e aveva lo scopo di finanziare la spesa sanitaria, divenuta poi la cosiddetta aliquota speciale. Questo era stato concordato anni fa, ma era ancora in sospeso.

Nello specifico,da aprile avverrà il pagamento mensile del carburante commerciale e verrà avviato un sistema di restituzione mensile anticipata con regolarizzazione annuale.

Sommando tutti gli aiuti, un camion risparmierà in media 3.560 euro nei tre mesi di vigenza dell’accordo: 700 euro al mese per il carburante (2.100 euro fino a giugno), 70 euro in più per l’AdBlue (210 euro totali) e 1.250 euro di aiuti diretti, secondo i calcoli del CNTC.

Per un furgone medio, l’aiuto ammonta a 830 euro nei tre mesi considerati: 100 euro al mese per l’aiuto all’acquisto del carburante, 10 euro per l’additivo e 500 euro per l’aiuto diretto.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: