fbpx

Gb, grave fuga di gas al London Aquatics Centre

Gb, grave fuga di gas al London Aquatics Centre

K metro 0 – Londra – Centinaia di persone sono state evacuate dal London Aquatics centre di Stratford mercoledì mattina, una piscina pubblica a est di Londra, a causa di un grave incidente dovuto alla perdita di cloro; ventinove invece quelli trasportati in ospedale con difficoltà respiratorie, forti bruciori agli occhi e mal di testa.

Condividi su:

K metro 0 – Londra – Centinaia di persone sono state evacuate dal London Aquatics centre di Stratford mercoledì mattina, una piscina pubblica a est di Londra, a causa di un grave incidente dovuto alla perdita di cloro; ventinove invece quelli trasportati in ospedale con difficoltà respiratorie, forti bruciori agli occhi e mal di testa.

La perdita di “fumi nocivi” è avvenuta quando la società di gestione delle strutture ha preso una consegna di prodotti chimici per la piscina, cioè il cloro; questo è quanto dichiarato dagli operatori del centro. Circa 200 persone sono state così evacuate dall’Aquatics Centre intorno alle 10 del mattino e altre 48 sono state soccorse sul posto da ben 13 ambulanze.

Il London Aquatics Centre è stato una delle sedi principali dei Giochi Olimpici di Londra nel 2012, utilizzato per il nuoto, i tuffi e il nuoto sincronizzato. Ha aperto al pubblico nel 2014. Le strade circostanti sono state subito bloccate una volta che l’allarme è partito, e al pubblico è stato negato subito l’accesso al parco. I vigili del fuoco di Londra hanno detto che la perdita di gas è stata causata da una reazione chimica, che ha generato il rilascio di una “elevata quantità di gas cloro”. L’Homerton Hospital nella zona est di Londra ha riferito di aver ricoverato 12 adulti e sette bambini con problemi respiratori. In effetti, ci sono migliaia di case dentro e intorno all’ex sito delle Olimpiadi, compresi diversi grattacieli.

I vigili del fuoco di Londra hanno dichiarato di aver usato “ventilatori a pressione positiva” per disperdere il gas cloro nell’atmosfera. Il comandante Shaun Coltress ha precisato: “Non abbiamo preso questa decisione alla leggera, ma è stata condivisa con il nostro consulente scientifico e il consulente per i materiali pericolosi”.

Il centro è gestito da Greenwich Leisure Limited (GLL): Stiamo lavorando per sostenere tutte le persone colpite”, ha comunicato. “Siamo in attesa di indicazioni dalla società di gestione delle strutture, London Legacy Development Corporation (LLDC) e dai servizi di emergenza per sapere quando potrà riaprire al pubblico”.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha raccomandato di evitare l’area, che è stata prontamente transennata ed evacuata. “Rimango in stretto contatto con i nostri servizi di emergenza che si stanno occupando di un incidente legato al gas al London Aquatics Centre questa mattina”, ha precisato. “Mi trovo a circa 800 metri dall’Aquatics Centre, ma ho potuto parlare con una donna che era lì questa mattina per una nuotata, e c’erano parecchie persone con bambini. È stato detto loro che c’era un problema con il cloro e che dovevano essere evacuati rapidamente. Ma l’evacuazione è stata efficiente e i servizi di emergenza molto tempestivi ad aiutare le persone in difficoltà e con problemi respiratori”.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Marzo, mese della Donna! su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: