fbpx

Piazze europee: Zelensky: “Oggi potrebbe essere ultimo giorno per noi”

Piazze europee: Zelensky: “Oggi potrebbe essere ultimo giorno per noi”

K metro 0 – Adnkronos – Firenze – “Noi ucraini vi siamo grati”. Così il presidente Volodymyr Zelensky in collegamento con la piazza di Firenze e le altre piazze europee che stanno manifestando contro l’invasione della Russia in Ucraina. Zelensky ha chiesto alla piazza di ricordare il numero “79”, quello dei bambini ucraini finora rimasti

K metro 0 – Adnkronos – Firenze – “Noi ucraini vi siamo grati”. Così il presidente Volodymyr Zelensky in collegamento con la piazza di Firenze e le altre piazze europee che stanno manifestando contro l’invasione della Russia in Ucraina. Zelensky ha chiesto alla piazza di ricordare il numero “79”, quello dei bambini ucraini finora rimasti uccisi a causa della guerra.

Oggi potrebbe essere l’ultimo momento per noi, oggi e mai più, come per i 79 bambini ucraini uccisi, le 79 famiglie ucraine distrutte” dai russi, ha detto il presidente ucraino.

“Settantanove famiglie hanno perso la cosa più preziosa, ma devono continuare a lottare e combattere per il futuro” ha aggiunto Zelensky. Lottare, ha continuato, è ciò che “dobbiamo fare tutti”, affinché “questo numero 79 non aumenti e l’Europa non dimentichi l’Ucraina”.

Viviamo in Ucraina una guerra terribile. L’Europa non ha visto questa guerra dai tempi della II Guerra Mondiale” ha sottolineato il presidente ucraino. “Questa guerra non è stata iniziata da noi”, ha incalzato, denunciando un'”invasione cinica e crudele della Russia”. E’ una “guerra contro il popolo ucraino, contro le persone pacifiche e sincere che voi – ha affermato – sono convinto, avete conosciuto negli anni della nostra indipendenza”.

Le forze russe distruggono gli ospedali in Ucraina “per non far generare figli ucraini” ha denunciato il presidente ucraino. I russi, ha detto, “uccidono i bambini”, è “odio”, nei giorni dell’invasione “hanno distrutto ospedali, scuole, asili nido, università, quartieri residenziali”, con “bombardamenti a tappeto” e perfino le chiese e le piazze come la vostra” sono state colpite. Le città ucraine “sono circondate”, ha denunciato ancora, i russi “vogliono distruggerci”.

“Questa guerra – ha scandito – non è solo contro il nostro popolo, contro gli ucraini”, ma è “contro quei valori che ci uniscono, contro il nostro modo di vivere, vivere, non uccidere come fanno i militari russi sulla nostra terra”. “Voi capite perché siamo diversi? Perché noi viviamo e loro uccidono. Noi siamo quelle 79 vite e loro sono quei 79 morti”, ha incalzato, ripetendo ancora il numero dei bambini ucraini finora rimasti uccisi, secondo le autorità ucraine, a causa dell’invasione russa.

L’Ucraina deve “stare insieme” alla Comunità europea, perché questo “ci difenderà e rafforzerà l’Europa” e “fermerà la guerra per sempre” ha affermato ancora in collegamento con la piazza di Firenze. L’ingresso dell’Ucraina in Europa dimostrerà che “quelle 79 vite non sono state tolte invano”, ha aggiunto. “L’Ucraina vuole la pace in Europa e l’Europa ha bisogno di scegliere, deve scegliere l’Ucraina nel nome della pace e di tutti noi”, ha detto Zelensky, che ha concluso il suo intervento con “gloria all’Ucraina!”.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: