fbpx

Ucraina, Scholz incontra Zelensky: Nord Stream 2 “arma geopolitica”

Ucraina, Scholz incontra Zelensky: Nord Stream 2 “arma geopolitica”

K metro 0 – Kiev – Oggi, al Cancelliere Tedesco Olaf Scholz, in visita ufficiale a Kiev, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che la Russia

Condividi su:

K metro 0 – Kiev – Oggi, al Cancelliere Tedesco Olaf Scholz, in visita ufficiale a Kiev, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che la Russia sta utilizzando il suo gasdotto Nord Stream 2 come “arma geopolitica”, riporta l’Afp.

Il discusso collegamento energetico con l’Europa, aggirante l’Ucraina, è stato infatti, un fattore sempre più divisivo nei rapporti tedeschi con Washington e Kiev. “Abbiamo alcuni disaccordi nelle nostre valutazioni” del collegamento energetico Russia-Germania, ha detto Zelensky, dopo i colloqui con Scholz a Kiev. La visita di Scholz in Ucraina, è una tappa intermedia del suo viaggio in Russia per mediare col presidente russo Vladimir Putin sullo stato di tensione tra i due paesi.

La Russia ha completato la costruzione del gasdotto, che corre sotto il Mar Baltico, ma le autorità di regolamentazione tedesche devono ancora approvarne l’uso. Ma se la Russia dovesse invadere l’Ucraina, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito del prezzo alta che pagherebbe Mosca, comprendente un modo per “porre fine” al progetto gasdotto.

Senza citare il Nord Stream 2 per nome, il Cancelliere tedesco, ha affermato che “nessuno dovrebbe dubitare della determinazione e della preparazione” di Berlino nel punire la Russia nel caso in cui attaccasse il suo vicino. Scholz ha ribadito inoltre che, «La sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina non sono negoziabili. Ci aspettiamo che la Russia prenda dei provvedimenti per risolvere questa situazione».

In caso di un’invasione, invece, «agiremo allora e saranno misure di vasta portata che avranno un impatto significativo sulle opportunità di sviluppo economico della Russia», ha affermato Scholz.

Il presidente ucraino è stato informato che l’attacco russo scatterebbe mercoledì 16 febbraio. Lo riferisce la Cnn. Zelensky ha quindi proclamato il 16 febbraio ‘giorno dell’unità nazionale’. Sul sito della presidenza, Il presidente Zelensky, ha invitato a esporre la bandiera ucraina sugli edifici statati e altre strutture e a far risuonare l’inno nazionale alle 10 ora locale.

Infine, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha dichiarato oggi che il suo paese continuerà a chiedere l’adesione alla NATO, nonostante le pressioni russe per evitare qualsiasi ulteriore allargamento dell’Alleanza Atlantico ai paesi dell’Europa Orientale, situazione che secondo Mosca porterebbe ad una maggiore tensione.

Condividi su:
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Marzo, mese della Donna! su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: