fbpx

L’Azerbaijgian lancia i primi autobus turistici per il Karabakh

L’Azerbaijgian lancia i primi autobus turistici per il Karabakh

K metro 0 – Baku – Il primo autobus passeggeri dalla città di Baku è arrivato finalmente nella città di Shusha in Azerbaigian, liberata dall’occupazione dell’Armenia, secondo quanto riferito dal corrispondente di Trend da Shusha. Il Baku-Shusha-Baku è partito difatti dal Baku International Bus Station Complex alle 06.30 locali del 24 gennaio. Da lunedì, sono

K metro 0 – Baku – Il primo autobus passeggeri dalla città di Baku è arrivato finalmente nella città di Shusha in Azerbaigian, liberata dall’occupazione dell’Armenia, secondo quanto riferito dal corrispondente di Trend da Shusha. Il Baku-Shusha-Baku è partito difatti dal Baku International Bus Station Complex alle 06.30 locali del 24 gennaio. Da lunedì, sono dunque ripresi i viaggi degli autobus Baku-Shusha, Baku-Aghdam, Ahmadbayli-Shusha, Fuzuli International Airport-Shusha, e Barda-Aghdam.

I tour a lungo annunciati sono stati attesi con impazienza dagli azerbaigiani sfollati dalla regione tre decenni fa. Il governo dell’Azerbaigian ha lanciato così trasporti turistici a Shusha e Aghdam. I viaggi segnano la prima opportunità per i civili azerbaigiani di visitare la regione dopo l’occupazione di questi territori da parte dell’Armenia all’inizio degli anni ‘90.

La programmazione nella regione del Karabakh è stata comunicata dal Servizio Statale dei trasporti automobilistici in una conferenza stampa il 18 gennaio. I tour sono destinati solo ai cittadini azerbaigiani e correranno su cinque diverse rotte, appunto: Baku-Shusha, Baku-Aghdam, Ahmadbayli (un villaggio nella regione di Fuzuli)-Shusha, Barda-Aghdam, e – quando inizieranno i voli passeggeri – dal nuovo aeroporto di Fuzuli a Shusha. La rotta Ahmadbayli-Shusha correrà quattro volte a settimana, le altre, due volte a settimana.

I biglietti, venduti online sul sito yolumuzqarabaga.az (“La nostra strada è verso il Karabakh”), costano non più di 10,4 manat (circa 6 dollari) per la tratta Baku-Shusha. Varie categorie di persone colpite dalla guerra, compresi i veterani e le famiglie dei soldati uccisi in essa, possono viaggiare gratuitamente. Anar Rzayev, capo del Servizio Statale di trasporto automobilistico, ha riferito alla stampa che il viaggio per Aghdam sarebbe durato sei ore a tratta, e sei ore e mezza per Shusha.

Karim Karimli, nativo di Shusha e rappresentante degli sfollati azerbaigiani, ha detto all’emittente locale Sharg che “apprezza molto l’apertura di linee di autobus per la sua città natale. Ora molte persone saranno in grado di ammirare Shusha. La cosa più importante è che i prezzi dei biglietti si adattino al budget disponibile, niente dovrebbe ostacolare i sogni delle persone”, ha concluso Karimli.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: