fbpx

Bruxelles, in 50.000 in strada contro le misure anticovid

Bruxelles, in 50.000 in strada contro le misure anticovid

K metro 0 – Bruxelles – Oggi, decine di migliaia di persone hanno manifestato a Bruxelles contro le misure restrittive anti-covid. La manifestazione è stata organizzata da vari gruppi europei. Si tratta della quinta contro le misure anti-covid nell’arco di due mesi; le quattro precedenti furono segnate da vari scontri. Almeno 70 gli arresti, tra

Condividi su:

K metro 0 – Bruxelles – Oggi, decine di migliaia di persone hanno manifestato a Bruxelles contro le misure restrittive anti-covid. La manifestazione è stata organizzata da vari gruppi europei. Si tratta della quinta contro le misure anti-covid nell’arco di due mesi; le quattro precedenti furono segnate da vari scontri.

Almeno 70 gli arresti, tra l’altro, per danni alla proprietà o per il trasporto di oggetti pericolosi o illegali, mentre tre agenti di polizia e 12 manifestanti sono rimasti feriti, ha detto la polizia. I manifestanti si sono radunati dalle 11:00 alla stazione di Bruxelles-Nord al grido di “libertà”, sventolando bandiere di diversi paesi prevalentemente europei, come Germania, Francia, Olanda, Romania, Polonia e Stati Uniti e rispondendo all’appello di molti movimenti, tra cui World Wide Demonstration for Freedom e Europeans United for Freedom, ma anche di oltre 600 associazioni locali. Molti manifestanti, non indossavano le mascherine, ma nascondevano il viso. Secondo le prime informazioni, i cartelli contenevano slogan contro la vaccinazione e inviti a “proteggere” i bambini. Erano presenti, infatti, molti bambini. “No al pass della vergogna”, “No alla vaccinazione dei bambini”, sono tra i messaggi che esponevano i cartelli dei manifestanti.

Secondo il programma fissato dagli organizzatori, il corteo è partito alla fine della mattinata, raggiungendo poi, il Parc du Cinquantenaire, dopo aver attraversato il quartiere europeo dove sono scoppiati gli scontri. A causa di questi ultimi, la polizia ha chiesto la dislocazione della manifestazione poco prima delle 15.00.

Gli organizzatori affermano di difendere “la democrazia, i diritti umani e il rispetto della Costituzione”. Europeans United for Freedom ritiene sul proprio sito web che la diffusione del Covid, la saturazione degli ospedali collegati e la morte di persone in condizioni di salute fragili non giustifichino la deroga alle libertà fondamentali garantite dalla democrazia. Il movimento critica anche la mancanza di dibattito pubblico a monte delle decisioni prese dai governi sulla base dei pareri di esperti scientifici.

La manifestazione ha riunito 50.000 partecipanti, ha affermato la polizia di Bruxelles-Capitale Ixelles. Al Parc du Cinquantenaire, sul podio allestito sotto i portici si sono svolti i discorsi di attivisti belgi e internazionali.

Un centinaio di teppisti hanno aggredito la polizia alla rotonda di Schuman, lanciando petardi e oggetti contro le forze di polizia, che hanno risposto con gas lacrimogeni e idranti.

Gli Europeans United, l’organizzatore della protesta, lanceranno domani, una petizione chiedendo l’impeachment del governo. Lo ha annunciato il movimento durante il comizio al Parc du Cinquantenaire.

In questo fine settimana, in gran parte dell’Europa (Francia, Germania, Spagna e Belgio), si sono svolte manifestazioni di piazza contro le misure restrittive anticovid, ritenute lesive dei diritti costituzionali dei cittadini.

Foto: Belga

Leggi anche:

Covid e viaggi, “Ue verso cambio regole per spostamenti”

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Marzo, mese della Donna! su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: