fbpx

Bruxelles: proteste e scontri con la polizia alla manifestazione anti misure sanitarie

Bruxelles: proteste e scontri con la polizia alla manifestazione anti misure sanitarie

K metro 0 – Bruxelles – Diverse migliaia di persone, 8.000 secondo le stime della polizia, si sono radunate questa domenica a Bruxelles, alla Gare du Nord, per protestare contro le misure sanitarie, decise dal governo e il possibile obbligo di vaccinazione. Una manifestazione si era già tenuta il 21 novembre riunendo 35mila persone, sempre

Condividi su:

K metro 0 – Bruxelles – Diverse migliaia di persone, 8.000 secondo le stime della polizia, si sono radunate questa domenica a Bruxelles, alla Gare du Nord, per protestare contro le misure sanitarie, decise dal governo e il possibile obbligo di vaccinazione. Una manifestazione si era già tenuta il 21 novembre riunendo 35mila persone, sempre secondo la polizia. La protesta, “March for Freedom Act 2”, è stata punteggiata da episodi di violenza.

Il corteo è partito dalla stazione di Bruxelles-Nord verso il Parc du Cinquantenaire. “Vogliamo un approccio democratico e non dittatoriale a questa crisi”, hanno detto gli organizzatori prima della manifestazione. “Le misure adottate, come il Covid Safe Ticket, sono contrarie ai nostri diritti fondamentali e discriminatorie. Il virus non è sotto controllo, ma la popolazione sì“. La marcia è iniziata alle 13:00 e i manifestanti si sono diretti verso il parco del Cinquantenario. In testa al corteo c’erano delegazioni di vigili del fuoco e operatori sanitari, contrari anche loro all’obbligo di vaccinazione, informa La Libre.

I primi manifestati stavano pronunciando i loro interventi quando un gruppo di giovani ha iniziato a bersagliare gli agenti di polizia presenti con ogni tipo di oggetti. Secondo i media locali, sono stati anche sparati fuochi d’artificio contro gli agenti, che hanno risposto con idranti e gas lacrimogeni. Gruppi di manifestanti hanno cercato di raggiungere il punto di arrivo mentre gli altri si sono già ritirati. Al momento non è ancora chiaro se ci siano stati feriti o se la polizia abbia effettuato arresti. Tuttavia, la marcia si è svolta in un clima abbastanza caotico e aggressivo. Infatti, gli organizzatori trovano molto difficile mantenere i partecipanti sul percorso pianificato ed evitare scontri con la polizia.

Alcuni dei partecipanti sono vaccinati, il che non impedisce loro di contestare la gestione della pandemia. “I vaccini non sono il problema, ma il governo – dicono i manifestanti – sta pensando di renderli obbligatori”. “Sia per il personale sanitario che per la popolazione in generale, un tale obbligo va contro le nostre libertà ed è inaccettabile”. Sia le autorità che i media sono fortemente contestati con critiche e sentimenti di sfiducia.

Inoltre, la manifestazione di oggi, ha portato alla chiusura di diversi percorsi della Capitale. I tunnel Rogier, Botanique, Madou, Arts-Loi e Trône sono chiusi in entrambe le direzioni, ha dichiarato Bruxelles Mobilité su Twitter. Attualmente, il tunnel del Cinquantenario è chiuso nella direzione verso il centro.

Condividi su:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Marzo, mese della Donna! su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: