fbpx

Italia-Francia: “Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata”

Italia-Francia: “Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata”

K metro 0 – Roma – “Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è svolta questa mattina al Quirinale, la firma del ‘Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata’ da parte del Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron e del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi. Alla cerimonia erano presenti componenti del Governo

Condividi:

K metro 0 – Roma – “Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è svolta questa mattina al Quirinale, la firma del ‘Trattato per una cooperazione bilaterale rafforzata’ da parte del Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron e del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi. Alla cerimonia erano presenti componenti del Governo italiano e francese e altre autorità dei due Paesi”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa del Quirinale.

Il Trattato del Quirinale è un accordo “storico, che suggella l’amicizia profonda” tra Italia e Francia, ha dichiarato il presidente francese. I due Paesi “hanno vissuto malintesi recenti, abbiamo vissuto momenti difficili”, in entrambi i Paesi ci sono forze politiche che “vorrebbero che le cose tra di noi andassero male”, ha sottolineando che questa amicizia che viene da lontano, pur essendo evidente, ci costringe ad una disciplina dell’amicizia”.

Il Trattato del Quirinale tra due grandi paesi dell’Ue appunto l’Italia e la Francia, non potrà che fare bene non solo al popolo francese ed italiano ma a tutta l’Unione. Condividendo l’obiettivo di un’Europa democratica, unita e sovrana per rispondere alle sfide globali che le Parti si trovano ad affrontare; riaffermando a questo proposito l’impegno comune ad approfondire il progetto europeo in linea con la responsabilità condivisa quali Paesi fondatori, nel rispetto dei valori dell’Unione e del principio di solidarietà.

“Il Trattato di Cooperazione Rafforzata che abbiamo firmato stamattina segna un momento storico nella storia delle relazioni tra i nostri due Paesi,” – ha detto il premier italiano Mario Draghi – “Francia e Italia consolidano ulteriormente i loro legami diplomatici, commerciali, politici, culturali. Da oggi, siamo ancora più vicini”. Ha affermato Draghi, nel corso delle dichiarazioni congiunte con il Presidente della Repubblica francese.”

Con la firma del documento “avviamo una serie di iniziative concrete”, tra cui l’istituzione di “un servizio civile italo-francese” e la creazione di “un’unità operativa condivisa a sostegno delle forze dell’ordine”, spiega. “Italia e Francia – ha continuato – condividono molto più di confini. La nostra storia, la nostra arte, le nostre economie e le nostre società si intrecciano da tempo immemore. Le istituzioni che abbiamo l’onore di rappresentare si poggiano sugli stessi valori Repubblicani, sul rispetto dei diritti umani e civili, sull’europeismo”.

“Tra i nostri padri politici ci sono Jean Monnet e Robert Schuman, Altiero Spinelli e Alcide De Gasperi – cita Draghi – Da Stendhal a Umberto Eco, da Mastroianni a Belmondo a Claudia Cardinale, siamo pieni di ricordi e riferimenti comuni”.

“E’ quasi un’anomalia” che fra Francia e Italia “non ci fosse” un Trattato di cooperazione come quello firmato oggi al Quirinale, ha evidenziato.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
Sunny
MonTueWed
14/1°C
15/2°C
14/6°C

Newsletter


Condividi: