fbpx

Salerno: incontri di cultura in Costiera Amalfitana

Salerno: incontri di cultura in Costiera Amalfitana

L’autunno nella Divina Costiera amalfitana, si tinge di storia, letteratura e tanta cultura. K metro 0 – Salerno – La costiera amalfitana, guardarla è poesia, si scoprono tradizioni e passioni. Ricopre in 50 chilometri le zone del litorale che vanno da Vietri sul Mare a Positano. Un paradiso, un patrimonio culturale e mondiale che appartiene

Condividi:

L’autunno nella Divina Costiera amalfitana, si tinge di storia, letteratura e tanta cultura.

K metro 0 – Salerno – La costiera amalfitana, guardarla è poesia, si scoprono tradizioni e passioni. Ricopre in 50 chilometri le zone del litorale che vanno da Vietri sul Mare a Positano. Un paradiso, un patrimonio culturale e mondiale che appartiene all’UNESCO dal 1997. Posti incantevoli come Vietri sul Mare nota per le sue ceramiche…e per le tante iniziative culturali.

Tanti gli incontri nella VIII Edizione Festival di Cultura Vietrese organizzati dalla “Congrega Letteraria”.

L’associazione culturale La Congrega Letteraria, l’associazione culturale, diretta da Alfonso Vincenzo Mauro e Antonio Gazia in collaborazione con il Comune di Vietri sul Mare e la Pro Loco Vietri sul Mare.

Gli incontri in programmazione sono numerosi, si svolgeranno nella storica sede affrescata dell’Oratorio dell’Arciconfraternita SS. Annunziata – SS. Rosario in Vietri sul Mare, via S. Giovanni 13, ore 18:30.

2 OTTOBRE lezione-dialogo magistrale, prof.ssa LUISA PERLO (critica d’arte e curatrice) “Il mosaico spezzato ceramico da ANTONI GAUDÍ al POTLATCH VIETRESE”; all’interno della presentazione del tomo “’O Potlatch, il rituale ceramico di Vietri sul Mare”, a cura del prof Vincenzo Biffi Gentili, pubblicato da L’Artistica Editrice; In occasione delle celebrazioni del XX annuale del premio internazionale Viaggio attraverso la Ceramica.

8 OTTOBRE presentazione del libro del prof. VERIO SANTORO (già Presidente Associazione Italiana di Filologia Germanica, Università degli Studi di Salerno) “IL SANTO E IL GUERRIERO, tre soldati longobardi e un monaco benedettino”, Edizioni San Paolo; Anno 724: Liutprando, re dei longobardi, decide di dare gloria al proprio regno promettendo ai suoi sudditi cristiani di far trasportare il corpo di sant’Agostino da Cagliari a Pavia (dove oggi si trova, nella basilica di San Pietro in Ciel d’Oro). In Sardegna, infatti, la venerabile reliquia è esposta agli attacchi dei pirati saraceni provenienti dall’Africa.

15 OTTOBRE presentazione del saggio del prof. ROSARIO PELLEGRINO (Lingua Francese, Università degli Studi di Salerno) “LETTERE DALL’ITALIA. Charles de Brosses a Roma, un capolavoro diaristico-epistolare francese”, Oèdipus Edizioni; Magistrato, filologo e archeologo francese, il de Brosses scrisse varie opere di erudizione, ma è noto soprattutto per le sue Lettres familières écrites d’Italie en 1739 et 1740. Esse riflettono con pungente immediatezza il modo di vedere e di pensare di un uomo intelligente e curioso, felice di ogni scoperta e di ogni incontro. S’interessò anche di viaggi d’esplorazione e delle origini di certi culti, ed è la fonte di Marx per il concetto di “feticismo” (neologismo a lui dovuto) nonché l’inventore dei nomi “Polinesia” e “Australasia”.

22 OTTOBRE lectio magistralis del prof. ANIELLO DI MAURO (docente di Lettere, Latino e Greco) “Le ispiratrici di MONTALE ne ‘LE OCCASIONI’ e in ‘LA BUFERA E ALTRO’”; Le donne, reali ed immaginarie, sono uno dei temi più affascinanti di Montale. Le presenze femminili incontrate in vita diventano ispiratrici e muse fatte di parole che, come “fantasmi”, accompagno l’intera carriera del poeta: Gina Tiossi, Drusilla Tanzi (la sua “Mosca” e compagna di vita), Irma Brandeis (la celebre “Clizia” delle “Occasioni”), “Arletta”, la “volpe” Maria Luisa Spaziani, la misteriosa G.B.H. e altre ancora saranno le donne ispiratrici della poetica montaliana – figure imprescindibili anche nella comprensione della sua poetica.

29 OTTOBRE lezione-dialogo con i proff. GIOVANNI DE FEO ed ERNESTO REVERCHON (Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Salerno) “I diversi aspetti della TRANSIZIONE ECOLOGICA” – interviene GIANPIERO MEO, già Vicepresidente GREENPEACE ITALIA; Scienza e attivismo. Scrivere il destino dell’umanità con “inchiostro verde” dell’impegno ambientalista, per contenere tra le righe della solerzia sociale e della imprescindibile ricerca scientifica la deriva irresponsabile che si registra nelle prassi comuni compiute nei contesti locali e nelle scelte governative di alcune nazioni.

5 NOVEMBRE presentazione del saggio del dott. DARIO CANTARELLA (Storia dell’Arte, Università degli Studi di Salerno) “BUSTI-RELIQUIARIO di età medievale in COSTIERA AMALFITANA. Cava de’ Tirreni, Ravello, Amalfi, Positano”; edito dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana; Il volume esplora la valenza dei reliquiari come contenitori di storie e ricettacoli di taumaturgia in tempi difficili per la popolazione, nonché opere d’arte. Prodotti nel Medioevo, in epoca moderna hanno subito una ri-significazione, che ha comportato un aggiornamento estetico. La “attivazione” di questi reliquiari avveniva tramite la loro movimentazione per le strade cittadine in occasione di processioni / incontro di sacro e pubblico. Attualmente hanno perso gran parte della propria carica religiosa pur rimanendo simbolo di comunità orgogliose di perpetuare la tradizione.

12 NOVEMBRE lectio magistralis del prof. GIUSEPPE FOSCARI (Storia Moderna e Contemporanea, Università degli Studi di Salerno) “I Borbone e la SHALLOW ECOLOGY: una prospettiva da analizzare”; Mentre la “ecologia superficiale” si può considerare prevalentemente ispirata a un’etica del valore strumentale seppure intesa in chiave ‘riformista’ (conservazione e preservazione) e non di puro e semplice sfruttamento, la “ecologia profonda” sostiene tesi del valore intrinseco e co-sistemico degli oggetti naturali. La prospettiva antropocentrica di una shallow ecology ante litteram segnò un’epoca / occasione non pienamente colta di modernizzazione del regno delle Due Sicilie basata su importanti opere pubbliche come bonifiche, strade, ponti, porti, gestione boschiva d’ottica moderna e razionale. Ma fu anche manifesto d’argine alla rivoluzione dei popoli in atto in buona parte d’Europa.

19 NOVEMBRE lezione-dialogo con la dott.ssa GAETANA LIUZZI (Archeologia, Università della Campania Luigi Vanvitelli) “La cappella della MADONNA DELL’ARCE a MOLINA di Vietri – conoscenza del territorio e stato dei luoghi”.

DICEMBRE (data a breve da destinarsi) cerimonia di premiazione del concorso internazionale di poesia per studenti di istituti superiori “POESIS – VIETRI SUL MARE”, VII edizione. Presto, alla pagina Facebook ‘La Congrega Letteraria’ saranno annunciati i finalisti, in lizza anche per il premio del pubblico social dedicato alla memoria di Francesco Citarella. L’appuntamento è quest’anno doppio, con la consegna dei premi anche ai vincitori della scorsa edizione, tenutasi in diretta sui social. Info: congregaletteraria@gmail.com

Di Laura Placenti

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
13°
Clear
FriSatSun
23/15°C
24/13°C
24/11°C

Newsletter


Condividi: