fbpx

Belgio: E’ di nuovo allerta gialla per temporali e inondazioni questo weekend

Belgio: E’ di nuovo allerta gialla per temporali e inondazioni questo weekend

K metro 0 – Bruxelles – Si preannuncia un’ondata di maltempo per questo fine settimana in Belgio, come già accaduto sabato 24 luglio quando forti piogge si sono abbattute su Dinant nella provincia vallona di Namur, sull’alto corso della Mosa, e la strada per la vallée de la Molignée è rimasta bloccata al traffico per

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – Si preannuncia un’ondata di maltempo per questo fine settimana in Belgio, come già accaduto sabato 24 luglio quando forti piogge si sono abbattute su Dinant nella provincia vallona di Namur, sull’alto corso della Mosa, e la strada per la vallée de la Molignée è rimasta bloccata al traffico per le inondazioni (vedi kmetro0, “Belgio: Allerta gialla”, sezione Speciale, 25 luglio 2021).

La nuova allerta gialla, emessa dall’Institut Royal Météorologique venerdì, per la minaccia di forti temporali previsti nella giornata di sabato, interessa tutte le province del paese ed è stato attivato il numero 1722 dedicato alle emergenze meno stringenti, così da evitare un sovraccarico di lavoro per i vigili del fuoco nel caso di semplici acquazzoni o allagamenti .

Quando invece ci sono vite in pericolo si deve chiamare il 112.

L’allerta gialla scatta in previsione di precipitazioni “da 10 a 30 litri per m2 in 1 ora o da 20 a 40 litri per m2 in 6 ore o da 25 a 50 litri per m2 in 24 ore”, o al rischio di forti raffiche localizzate o grandinate.

L’allerta riguarda Bruxelles e tutte le province interessate, questo sabato, dall’inizio del pomeriggio (14:00 o 15:00, a seconda della località) fino a sera, secondo le previsioni dell’IRM.

Il 14 e 15 luglio, le precipitazioni eccezionalmente elevate che avevano causato inondazioni in gran parte della Vallonia e del Limburgo avevano raggiunto, ad esempio, 271,5 mm sul pluviometro di Jalhay (provincia di Liegi), in 48 ore, ha precisato l’IRM il 16 luglio.

Intanto, l’Associazione delle zone di soccorso vallone ha invitato le autorità federali e regionali a “ripensare l’organizzazione dei soccorsi”.

A poche settimane di distanza dalle forti alluvioni che hanno colpito gran parte della Vallonia, secondo l’Associazione, i fatti parlano chiaro: le zone di soccorso devono essere più efficienti.

“Questo disastro dovrebbe incoraggiare le autorità politiche del paese, sia a livello federale che regionale, a prendere tutte le misure necessarie per migliorare la gestione di tali crisi”, si legge in un comunicato stampa dell’Associazione pubblicato venerdì.

A questo scopo l’associazione sottolinea in particolare la necessità di collegare direttamente gli aiuti locali alle autorità regionali. E le sollecita a coordinare anche la formazione del personale a questo livello amministrativo superiore.

L’associazione, infine, deplora anche il crescente calo del volontariato da diversi anni a questa parte. “E’ un fenomeno sociale che interessa tutti i paesi europei, e che richiederebbe una vera riflessione inevitabile per rispondere e affrontare al meglio i disastri naturali che potrebbero essere sempre più ricorrenti”.

Leggi anche:

Italia: In arrivo il grande caldo, è allerta massima per gli incendi

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
Mostly Cloudy
MonTueWed
9/1°C
11/4°C
14/11°C

Newsletter


Condividi: