fbpx

Ambasciatore Ahmadzada: “la Pace è l’unica strada per la stabilità”

Ambasciatore Ahmadzada: “la Pace è l’unica strada per la stabilità”

K metro 0 – Roma – L’Azerbaigian è pronto a voltare pagina dopo il conflitto con l’Armenia nel Nagorno-Karabakh. “Ci aspettiamo che la comunità internazionale convinca la parte armena che la pace è l’unica strada per la stabilità”, Lo ha detto l’ambasciatore dell’Azerbaigian in Italia, Mammad Ahmadzada, nel suo intervento ieri alla sala Nassiriya del

Condividi:

K metro 0 – Roma – L’Azerbaigian è pronto a voltare pagina dopo il conflitto con l’Armenia nel Nagorno-Karabakh. “Ci aspettiamo che la comunità internazionale convinca la parte armena che la pace è l’unica strada per la stabilità”, Lo ha detto l’ambasciatore dell’Azerbaigian in Italia, Mammad Ahmadzada, nel suo intervento ieri alla sala Nassiriya del Senato per la conferenza stampa di presentazione della tavola rotonda “Mai più vittime civili di guerra: la cultura della pace e della solidarietà quale strumento di prevenzione e risoluzione dei conflitti” in programma il 28 luglio a Taormina.

L’Azerbaigian ha vissuto per oltre 30 anni la guerra con il 20 per cento del suo territorio sotto occupazione. Ahmadzada ha evidenziato poi il dramma dei rifugiati dai territori sotto occupazione armena e le oltre 3 mila vittime azerbaigiane delle esplosioni delle mine di cui 150 solo nell’ultimo conflitto dello scorso autunno nel Nagorno-Karabakh. “Dopo 30 anni abbiamo potuto liberare questi territori.

L’Ambasciatore dell’Azerbaigian, ha ricordato l’alto e importante valore della pace e dei benefici tangibili, affinché i popoli possano dialogare e vivere nella sicurezza e nella stabilità sociale ed economica, partendo dalla sua esperienza personale e dalla situazione di conflitto che il suo paese ha vissuto negli ultimi decenni.

E ci siamo impegnati nel processo di pace, ma purtroppo “non abbiamo visto lo stesso approccio dalla controparte. Alla fine è prevalso il diritto internazionale, con il ripristino dell’integrità territoriale dell’Azerbaigian. Noi non abbiamo nessun interesse nel territorio di altri Paesi e ricerchiamo sempre la pace”, ha affermato l’ambasciatore azerbaigiano, ricordando anche le parole di Papa Francesco durante la sua visita a Baku nel 2016 in riconoscimento del multiculturalismo promosso dall’Azerbaigian.

La conferenza stampa si è chiusa con la presentazione del concerto che seguirà la tavola rotonda del 28 luglio presso il Teatro Antico di Taormina, con inizio alle 21:30, organizzato in collaborazione con la Fondazione Taormina Arte Sicilia, l’Associazione Musicale e Culturale “Aldebaran”, l’Associazione Musicale “Almoetia”.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
Clear
WedThuFri
14/8°C
11/2°C
10/5°C

Newsletter


Condividi: