Scozia: Pub, palestre e altre attività riaprono dal 26 aprile

Scozia: Pub, palestre e altre attività riaprono dal 26 aprile

K metro 0 – Edimburgo – Il Regno Unito si appresta a tornare gradualmente alla normalità entro la fine di giugno. Pub, palestre e attività cosiddette non essenziali possono riaprire già da lunedì prossimo 26 aprile, così come musei e gallerie d’arte, e ripartire anche le lezioni di guida, mentre le strutture ricettive turistiche potranno riprendere nell’ultima

Condividi:

K metro 0 – Edimburgo – Il Regno Unito si appresta a tornare gradualmente alla normalità entro la fine di giugno. Pub, palestre e attività cosiddette non essenziali possono riaprire già da lunedì prossimo 26 aprile, così come musei e gallerie d’arte, e ripartire anche le lezioni di guida, mentre le strutture ricettive turistiche potranno riprendere nell’ultima fase di allentamento del blocco. Gli allentamenti alle restrizioni sono state annunciate oggi dal il primo ministro Nicola Sturgeon durante un briefing sul coronavirus. Nel frattempo anche la Scozia passa al livello tre delle restrizioni per il Covid.

In dettaglio, caffè, pub e ristoranti potranno essere aperti fino alle 20 al chiuso, ma non potranno servire alcolici, mentre resteranno in attività fino alle 22 all’aperto, dove è consentito consumare alcolici. Tutti questi esercizi pubblici saranno tenuti ad annotare i contatti di ogni cliente, non solo del membro principale di ciascun gruppo. Una “precauzione aggiuntiva”, ha sottolineato Sturgeon, “necessaria per il tracciamento nel caso di eventuali focolai”.

E ancora: sei persone provenienti da due famiglie potranno incontrarsi per socializzare in un bar o un ristorante, ma non in casa. “So che può sembrare illogico, difficile da accettare e ingiusto – ha proseguito il primo ministro – ma i rischi di trasmissione del contagio potrebbero essere maggiori nelle abitazioni, dove è più difficile imporre le distanze fisiche e garantire i livelli necessari di ventilazione”.

Cadono anche le restrizioni sui viaggi nazionali in Scozia e nel Regno Unito, con la possibilità di viaggiare ovunque e anche nel Galles; revocate pure le restrizioni ai viaggi in Irlanda del Nord, nelle Isole del Canale e nell’Isola di Man. Resta tuttavia il divieto di viaggiare all’estero per motivi non essenziali, “ben consapevole quanto sia difficile far accettare questa restrizione alle industrie del turismo e dell’aviazione, e a coloro che hanno famiglia e amici all’estero, ma vogliamo ripristinare la normalità dei viaggi internazionali il più rapidamente possibile”, ha aggiunto Sturgeon. “Dobbiamo tuttavia agire con cautela, alla luce dei rischi che affrontiamo e che vediamo in molte parti del mondo. Almeno fino al 17 maggio, e se possibile per un periodo successivo, non si dovrebbe lasciare il Regno Unito per motivi non essenziali “, ha ribadito.

Il prossimo allentamento in programma è previsto il 17 maggio, quando il governo scozzese prevede di spostare tutta la Scozia al livello due. In quella data, i pub dovrebbero essere autorizzati ad aprire al chiuso e servire alcolici fino alle 22.30 e potranno essere organizzati sport di contatto, proiezioni al cinema e alcuni eventi su piccola scala. Il paese dovrebbe passare al livello uno lunedì 7 giugno e poi al livello zero alla fine dello stesso mese.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: