Russia, peggiorano le condizioni detentive di Navalny

Russia, peggiorano le condizioni detentive di Navalny

K metro 0 – Mosca – Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny ha affermato di aver citato in giudizio l’istituto penitenziario per aver sequestrato il suo libro del “Corano” che intendeva studiare. Navalny ha fatto uno sciopero della fame per due settimane, protestando contro il rifiuto dei funzionari della prigione di lasciare che il suo

Condividi:

K metro 0 – Mosca – Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny ha affermato di aver citato in giudizio l’istituto penitenziario per aver sequestrato il suo libro del “Corano” che intendeva studiare.

Navalny ha fatto uno sciopero della fame per due settimane, protestando contro il rifiuto dei funzionari della prigione di lasciare che il suo medico lo esaminasse in carcere dopo aver sviluppato un forte dolore alla schiena e alle gambe. Ma, come riporta apnews, nella giornata di oggi tramite un post su Instagram Navalny ha annunciato che la sua prima causa contro i funzionari della prigione riguarda il libro Sacro dei musulmani. “Il fatto è che non mi stanno dando il mio Corano. E mi fa arrabbiare”, ha detto Navalny, aggiungendo che” studiare a fondo “il Corano era uno dei tanti obiettivi di “auto-miglioramento”che si era prefissato mentre era in prigione. Il politico ha detto che non gli è stato dato accesso a nessuno dei libri che ha portato e ordinato nell’ultimo mese, perché tutti devono essere “ispezionati”, procedura di sicurezza, che secondo i funzionari richiede tre mesi. “Così ho scritto un’altra petizione al capo (della prigione) e ho intentato una causa”, ha detto Navalny. “I libri sono il nostro tutto, e se devo fare causa per il mio diritto di leggere, allora farò causa.” Navalny, 44 anni, è il più ostico avversario nazionale del presidente russo Vladimir Putin. È stato arrestato a gennaio quando è rientrato a Mosca dalla Germania, dove ha trascorso cinque mesi per cure e terapie dovute a un avvelenamento.

Un tribunale, il febbraio scorso, ha stabilito che Navalny dovrà scontare 2 anni e mezzo di carcere per aver violato i termini della sua libertà vigilata, anche quando era in convalescenza in Germania, da una condanna per appropriazione indebita del 2014. Navalny ha respinto la condanna e la Corte europea dei diritti umani l’ha ritenuta “arbitraria e manifestamente irragionevole”. Il mese scorso le autorità hanno trasferito Navalny da una prigione di Mosca alla struttura detentiva nella città di Pokrov, nota per le sue condizioni di reclusione particolarmente rigide. Dopo poche settimane di prigionia, Navalny ha detto di aver sviluppato forti dolori alla schiena e alle gambe ed è stato effettivamente privato del sonno perché una guardia lo controlla ogni ora durante la notte. Ha fatto uno sciopero della fame due settimane fa, chiedendo l’accesso a farmaci adeguati e una visita del suo medico.

Il servizio penitenziario statale russo afferma che il politico sta ricevendo tutto l’aiuto medico di cui ha bisogno. La scorsa settimana Navalny è stato trasferito nel reparto medico della prigione con tosse e febbre. In un post su Instagram, ha detto che tre delle 15 persone con cui è detenuto hanno la tubercolosi, una malattia contagiosa che si diffonde nell’aria. Secondo fonti locali Navalny ha perso otto chilogrammi dall’inizio dello sciopero della fame e 15 chilogrammi in tutto da quando è arrivato a Pokrov.

Condividi:
Admir Ceman
Admir Ceman
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: