Sette paesi Ue sospendono l’uso del vaccino AstraZeneca per coaguli di sangue

Sette paesi Ue sospendono l’uso del vaccino AstraZeneca per coaguli di sangue

K metro 0 – Copenaghen – Sette paesi europei, Danimarca, Norvegia, Austria, Estonia, Lettonia, Lituania e Lussemburgo hanno sospeso l’uso dei vaccini AstraZeneca per preoccupazioni relative ai coaguli di sangue. La Danimarca ha sospeso tutte le vaccinazioni di AstraZeneca per due settimane. Le autorità sanitarie danesi hanno riferito oggi che hanno sospeso l’uso del vaccino

Condividi:

K metro 0 – Copenaghen – Sette paesi europei, Danimarca, Norvegia, Austria, Estonia, Lettonia, Lituania e Lussemburgo hanno sospeso l’uso dei vaccini AstraZeneca per preoccupazioni relative ai coaguli di sangue. La Danimarca ha sospeso tutte le vaccinazioni di AstraZeneca per due settimane.

Le autorità sanitarie danesi hanno riferito oggi che hanno sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca dopo che alcuni pazienti hanno sviluppato coaguli di sangue da quando hanno ricevuto la dose, riporta France24.

Ma hanno cautamente aggiunto che non è stato determinato, al momento, che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue.

È importante sottolineare che non abbiamo interrotto l’uso del vaccino AstraZeneca, ne stiamo solo sospendendo l’uso”, ha dichiarato il direttore dell’Autorità sanitaria danese Soren Brostrom.

“C’è un’ampia documentazione che dimostra che il vaccino è sicuro ed efficiente. Ma sia noi che l’Agenzia danese per i medicinali dobbiamo agire sulla base delle informazioni sui possibili effetti collaterali gravi, sia in Danimarca che in altri paesi europei”, ha aggiunto Brostrom.

La sospensione, che sarà riesaminata dopo due settimane, dovrebbe rallentare la campagna di vaccinazione del paese. Copenaghen ora prevede di vaccinare l’intera popolazione adulta entro la metà di agosto invece che all’inizio di luglio, ha affermato l’autorità sanitaria.

L’Austria ha annunciato lunedì di aver sospeso l’uso di un lotto di vaccini AstraZeneca dopo che un’infermiera di 49 anni è morta per gravi problemi di coagulazione del sangue giorni dopo aver ricevuto un’iniezione.

La Spagna ha dichiarato oggi di non aver registrato alcun caso di coaguli di sangue relativi al vaccino Covid-19 di AstraZeneca fino ad ora e continuerà a somministrare le dosi.

Il ministro della Salute spagnolo Carolina Darias ha affermato di essere stata informata di casi di coaguli di sangue tra le persone vaccinate di recente in Austria, ma ha aggiunto che finora non è stata stabilita alcuna relazione causale tra il vaccino e gli eventi di coaguli di sangue, e l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sta valutando la situazione.

Leggi anche:

Italia, Pasqua 2021: zona rossa da 3 a 5 aprile

Condividi:
1 comment

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

1 Comment

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: