Eurostat, le donne elette nei parlamenti nazionali sono il 33%

Eurostat, le donne elette nei parlamenti nazionali sono il 33%

K metro 0 – Bruxelles – Secondo l’Eurostat, nel 2020, le donne elette nei parlamenti nazionali dell’Unione europea ha raggiunto la quota del 33%. Questa percentuale è in aumento rispetto il 2004, quando le donne rappresentavano circa un quinto (21%) dei membri nei parlamenti nazionali. I dati statistici, sono state rilasciate solo poche ore prima

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – Secondo l’Eurostat, nel 2020, le donne elette nei parlamenti nazionali dell’Unione europea ha raggiunto la quota del 33%. Questa percentuale è in aumento rispetto il 2004, quando le donne rappresentavano circa un quinto (21%) dei membri nei parlamenti nazionali.

I dati statistici, sono state rilasciate solo poche ore prima che la festa della donna venga celebrata in tutto il mondo.

I dati pubblicati oggi indicano che, sebbene i seggi femminili variasse notevolmente tra gli stati comunitari, le quote sono soltanto una delle molte misure volte a incrementare la rappresentanza politica femminile. In generale, i partiti politici fungono da guardiani della parità tra uomini e donne nei processi decisionali della politica, perché il “giardino segreto delle nomine” è affidato a loro.

Nel 2020, la percentuale più elevata di parlamentari donne è stata osservata in Svezia (quasi il 50%), Finlandia (46%), Belgio (43%) e Spagna (42%). All’estremo opposto Ungheria, Malta (entrambi con il 13%), Romania e Repubblica Ceca (il 20%). Nel 2020, la percentuale più alta di donne membri dei governi è stata registrata in Finlandia (55%), Austria (53%), Svezia (52%), Francia (51%) e Belgio (50%), mentre la più bassa in Malta (8%), Grecia (11%), Estonia (13%) e Romania (17%). I dati di Eurostat sono stati pubblicati alla vigilia della Giornata Internazionale della Donna, celebrata domani, 8 marzo.

Anche il numero di presidenti e primi ministri nell’Unione è aumentato dal 2004. Oggi, quattro capi di governo su 27 sono donne, mentre non ce n’erano nel 2004.

Nel corso degli anni la percentuale di donne europarlamentari è cresciuta. Dal 1952 fino alle prime elezioni del 1979 sono state solo 31 le eurodeputate in carica. Con le prime elezioni dirette del Parlamento europeo la quota femminile arrivò al 15,2%. La percentuale delle donne nel Parlamento europeo è poi cresciuta costantemente a ogni elezione. Al momento, le donne rappresentano il 40,4%. Si tratta della percentuale più alta mai raggiunta.

La rappresentanza femminile nel Parlamento europeo oggi, è al di sopra della media mondiale e della media europea dei parlamenti nazionali.

Negli Stati Uniti, le donne hanno ottenuto un discreto successo al Congresso. La Camera dei Rappresentanti ha attualmente la più alta percentuale di membri di sesso femminile – 119 dei 435 seggi totali – inclusa la Presidente della Camera Nancy Pelosi. Il 117 ° Congresso include anche 24 senatrici donne.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: