Rapporto Commissione UE: gli effetti della pandemia sulle banche greche

Rapporto Commissione UE: gli effetti della pandemia sulle banche greche

K metro 0 – Bruxelles – La Commissione europea sta esaminando gli effetti della pandemia sui bilanci delle banche greche, comunicandone i potenziali rischi, elencati nel 9° rapporto pubblicato oggi. Secondo la Commissione, è probabile che gli utili delle banche rimangano sotto pressione e questa è una delle sfide maggiori, riferisce la CNN. “Le prospettive

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – La Commissione europea sta esaminando gli effetti della pandemia sui bilanci delle banche greche, comunicandone i potenziali rischi, elencati nel 9° rapporto pubblicato oggi.

Secondo la Commissione, è probabile che gli utili delle banche rimangano sotto pressione e questa è una delle sfide maggiori, riferisce la CNN.

“Le prospettive di profitto sono una sfida per le banche greche e limiteranno la capacità di creare capitale nazionale. Tuttavia, le cessioni di prestiti in sofferenza avranno un impatto positivo sui costi di rischio delle banche e libereranno spazio sui bilanci delle stesse per nuovi prestiti, nonostante il fatto che le cessioni comportino una perdita una tantum di capitale, afferma il rapporto.

La relazione rileva che la revoca del regime di sospensione della rata del prestito potrebbe comportare ulteriori svalutazioni, a causa del deterioramento della qualità degli attivi delle banche.

Secondo la Commissione, il regime di rata del prestito creato per i debitori colpiti dalla crisi causata dal coronavirus mitigherà il rischio. Si noti che il programma Bridge for Business Loans dovrebbe essere progettato con cura, includendo adeguate garanzie per il rischio morale.

Secondo la Fitch Ratings, i progressi delle banche greche nel ridurre il rischio sono positivi per il credito. La Banca nazionale greca, ha recentemente chiesto di beneficiare della garanzia statale sulle sue note di cartolarizzazione senior tramite HAPS. Ciò è in preparazione per una cartolarizzazione di prestiti deteriorati da 6,1 miliardi di EUR, che ridurrebbe il suo rapporto di prestiti deteriorati al di sotto del 15% dal 29% di fine settembre 2020. A differenza delle altre banche sistemiche, la Banca nazionale greca non intraprenderà una ristrutturazione aziendale poiché il suo profitto prima della svalutazione dovrebbe coprire la maggior parte dell’impatto sul capitale della transazione.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: