Un nuovo passo nel coinvolgimento italiano nella ricostruzione dei territori liberati dell’Azerbaigian

Un nuovo passo nel coinvolgimento italiano nella ricostruzione dei territori liberati dell’Azerbaigian

K metro 0 – Baku – Discusse opportunità di cooperazione nel campo della pianificazione urbana, del restauro e della ricostruzione dei territori dell’Azerbaigian liberati dall’occupazione armena. Il 22 febbraio, il Comitato di Stato per l’Urbanistica e l’Architettura della Repubblica dell’Azerbaigian e il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana

Condividi:

K metro 0 – Baku – Discusse opportunità di cooperazione nel campo della pianificazione urbana, del restauro e della ricostruzione dei territori dell’Azerbaigian liberati dall’occupazione armena.

Il 22 febbraio, il Comitato di Stato per l’Urbanistica e l’Architettura della Repubblica dell’Azerbaigian e il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana hanno organizzato un video meeting per discutere le possibilità di cooperazione con gli imprenditori italiani nel restauro e sviluppo dei territori liberati dell’Azerbaigian.

Intervenendo all’incontro, il presidente del Comitato di Stato per l’Urbanistica e l’Architettura, Anar Guliyev, ha osservato che l’Italia è un caro amico e partner strategico dell’Azerbaigian, e durante la guerra, l’Italia ha nuovamente dimostrato la sua posizione amichevole. È stato evidenziato che le opinioni espresse da alti funzionari della Repubblica italiana, durante le loro visite in Azerbaigian, dopo la guerra dei 44 giorni, a seguito della quale è stata ripristinata l’integrità territoriale azerbaigiana, sono un vivido esempio di questa amicizia.

Guidato dalle parole del presidente Ilham Aliyev, secondo cui nel ripristino dei territori liberati sarà data priorità alla cooperazione con i paesi amici, Anar Guliyev ha osservato che sono state create tutte le condizioni per lo sviluppo delle relazioni italo-azera e ha invitato le aziende italiane a partecipare alla urbanizzazione, alla pianificazione e ai lavori di ricostruzione nel Karabakh, e al restauro e alla restaurazione del ricco patrimonio storico e architettonico del paese.

Durante l’incontro, rappresentanti del Comitato di Stato per l’Urbanistica e l’Architettura e del Ministero della Cultura hanno parlato a imprenditori e funzionari italiani della preparazione dei piani generali per gli insediamenti in Karabakh e del restauro dei monumenti storici e architettonici.

Successivamente, rappresentanti di numerose organizzazioni governative e associazioni imprenditoriali presenti all’incontro, su invito del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Cooperazione Internazionale d’Italia, hanno fornito informazioni generali sulle loro attività e sui servizi per lo sviluppo dei territori liberati dell’Azerbaigian.

Insieme ai funzionari del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Cooperazione Internazionale d’Italia, si sono svolte presentazioni di possibili aree di collaborazione con “ICE” – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, “OICE” – Organizzazioni di Ingegneria e di Consulenza, “Assorestauro” – Associazione Italiana per il restauro architettonico, artistico, urbano, Confindustria, “SACE”, “ANCE” – Associazione Nazionale Costruttori Edili ed “Elettricità Futura” – Imprese elettriche italiane.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: