Ungheria: il vaccino cinese arriva nel paese, il primo dell’Ue

Ungheria: il vaccino cinese arriva nel paese, il primo dell’Ue

K metro 0 – Budapest – Il vaccino cinese contro il COVID-19 sbarca oggi in Ungheria, rendendola la prima delle 27 nazioni dell’Unione europea a ricevere tale vaccino. Un jet che trasportava 550.000 dosi di vaccino sviluppato dalla società statale cinese Sinopharm è atterrato all’aeroporto internazionale di Budapest dopo essere arrivato da Pechino. La spedizione

Condividi:

K metro 0 – Budapest – Il vaccino cinese contro il COVID-19 sbarca oggi in Ungheria, rendendola la prima delle 27 nazioni dell’Unione europea a ricevere tale vaccino.

Un jet che trasportava 550.000 dosi di vaccino sviluppato dalla società statale cinese Sinopharm è atterrato all’aeroporto internazionale di Budapest dopo essere arrivato da Pechino. La spedizione è sufficiente per curare 275.000 persone, ha riferito in conferenza stampa la dottoressa Agnes Galgoczy del National Public Health Center, secondo quanto riporta AP.

“Con questo vaccino, al momento sono cinque diversi tipi disponibili in Ungheria in modo che possiamo vaccinare quante più persone il più rapidamente possibile”, ha affermato Galgoczy, aggiungendo che le dosi di vaccino non si useranno fino a quando la spedizione non sarà valutata dal Centro nazionale di sanità pubblica.

Le autorità sanitarie ungheresi sono state le prime nell’UE ad approvare il Sinopharm. Ciò è avvenuto dopo che un decreto del governo ha semplificato il processo di approvazione del vaccino ungherese consentendo a qualsiasi vaccino somministrato ad almeno 1 milione di persone in tutto il mondo di essere utilizzato senza subire revisione da parte dell’autorità di regolamentazione dei medicinali del paese.

Funzionari ungheresi, tra cui il primo ministro Viktor Orban, sono stati critici nei confronti del programma comune di approvvigionamento di vaccini dell’UE, sostenendo che il lento lancio di vaccini da parte del blocco sta costando vite.

“Se i vaccini non vengono da Bruxelles, dobbiamo ottenerli altrove. Non si può permettere che gli ungheresi muoiano semplicemente perché Bruxelles è troppo lenta nel procurarsi i vaccini”, ha dichiarato Orban il mese scorso.

L’Ungheria ha anche accettato di acquistare 2 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus Sputnik V russo, che gli ospedali hanno iniziato a somministrare a Budapest la scorsa settimana.

Venerdì, Orban ha affermato che questi vaccini aggiuntivi provenienti da Russia e Cina consentiranno all’Ungheria di vaccinare milioni di persone in più entro la fine di maggio rispetto ad altri paesi europei.

Orban in precedenza affermò che avrebbe scelto personalmente di essere vaccinato con il Sinopharm.

“Penso che i cinesi conoscano questo virus da più tempo e probabilmente lo conoscono meglio”, ha aggiunto il mese scorso.

Il vaccino Sinopharm, che dovrebbe essere efficace quasi all’80%, è già in uso nella vicina Serbia non UE, dove circa mezzo milione di ungheresi hanno già ricevuto la dose. La società non ha ancora rilasciato dati sui risultati degli studi della fase 3 del vaccino.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: