Gb: iniziano le quarantene alberghiere obbligatorie

Gb: iniziano le quarantene alberghiere obbligatorie

K metro 0 – Londra – Da oggi nel Regno Unito è partito il sistema di quarantena alberghiera obbligatoria per gli arrivi da decine di paesi considerati ad alto rischio Covid-19 nel tentativo di prevenire la diffusione di nuovi casi. La nuova politica richiede a tutti i cittadini del Regno Unito e ai residenti permanenti

Condividi:

K metro 0 – Londra – Da oggi nel Regno Unito è partito il sistema di quarantena alberghiera obbligatoria per gli arrivi da decine di paesi considerati ad alto rischio Covid-19 nel tentativo di prevenire la diffusione di nuovi casi.

La nuova politica richiede a tutti i cittadini del Regno Unito e ai residenti permanenti che entrano in Inghilterra di auto-isolarsi in una quarantena obbligatoria negli hotel per 10 giorni eseguendo come prassi più tamponi di verifica della malattia.

Gli altri visitatori provenienti dai paesi attualmente nella cosiddetta lista rossa, che comprende tutte le nazioni sudamericane, Sud Africa e Portogallo, sono attualmente esclusi in base alle regole di blocco.

Il governo afferma di aver firmato contratti con 16 hotel finora, assicurando quasi 5.000 camere vicino agli aeroporti inglesi, con altre 58.000 camere ancora sospese, riporta France24.

“Le regole che entrano in vigore oggi rafforzeranno il sistema di quarantena e forniranno un ulteriore livello di sicurezza contro nuove varianti”, ha dichiarato il segretario alla sanità Matt Hancock, aggiungendo che proteggeranno anche il programma di vaccinazione nazionale mentre il paese lavora per ripristinare il ritorno ad una vita normale”.

In un’intervista con Times Radio oggi, Hancock ha affermato che il sistema di quarantena sembra funzionare senza intoppi finora e ha aggiunto: “Alle 6.30, quando ho ricevuto il mio ultimo aggiornamento, tutto funzionava senza intoppi, abbiamo lavorato con gli aeroporti e con le forze di frontiera per assicurarci che tutti conoscessero le procedure”.

La quarantena di 11 notti costerà alle persone £ 1.750 (2.000 euro) e include costi di trasporto, cibo, alloggio e sicurezza, oltre ad altri servizi essenziali e test. I passeggeri devono avere un risultato negativo del test Covid-19 entro tre giorni dal viaggio e prenotare e pagare il pacchetto prima di partire per la Gran Bretagna.

Gli occupanti dell’hotel potranno lasciare le loro stanze solo in circostanze molto limitate, richiedendo un permesso speciale da parte del personale o della sicurezza.

Chi rifiuta di sostenere i test rischia una multa compresa tra £ 1.000 e £ 2.000, mentre coloro che non si auto-isolano potrebbero dover pagare tra £ 5.000 e £ 10.000.

Un elenco limitato di esenzioni dalle misure include persone in viaggio dal Portogallo, personale della difesa, forze in visita, organizzazioni governativi e missioni diplomatiche.

Intanto, la campagna di vaccinazioni in Gran Bretagna, “un risultato senza precedenti”, prosegue a un ritmo superiore a quello che era stato prefissato sei settimane fa, ha affermato il premier britannico Boris Johnson. Ma “dobbiamo continuare a basarci sui dati relativi al contagio che sono ancora alti. Dobbiamo essere molto prudenti, perseguire progressi cauti ma irreversibili”, ha aggiunto il Premier in un briefing a Downing Street.

Al momento nel paese sono stati vaccinati 15 milioni di persone vulnerabili, cercando di vaccinare tutti gli over 50 entro maggio.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: