Ue, von der Leyen, gli Stati ratifichino entro marzo il meccanismo europeo

Ue, von der Leyen, gli Stati ratifichino entro marzo il meccanismo europeo

K metro 0 – Bruxelles – I principali leader dell’Unione europea oggi hanno esortato i paesi membri a presentare rapidamente piani su come intendono utilizzare la loro quota prevista dal fondo di recupero per il covid, in modo che i soldi di cui hanno tanto bisogno possano essere rilasciati a partire da quest’estate. l’Appello dei

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – I principali leader dell’Unione europea oggi hanno esortato i paesi membri a presentare rapidamente piani su come intendono utilizzare la loro quota prevista dal fondo di recupero per il covid, in modo che i soldi di cui hanno tanto bisogno possano essere rilasciati a partire da quest’estate.

l’Appello dei presidenti Sassoli e Costa purché gli Stati ratifichino entro la fine di marzo il meccanismo europeo. Infatti, quello che è diverso con il Next Generation Eu è che con le riforme arrivano anche gli investimenti” e al momento “abbiamo 19 Paesi membri che hanno presentato progetti e altri 7 Stati sono ad un buon punto”, che stanno scambiando informazioni con la Commissione europea in merito ai piani nazionali “ma stiamo parlando di un lavoro enorme con soldi che valgono quota di Pil a due cifre per molti Stati membri”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Lo strumento è il pilastro centrale del piano di ripresa da 750 miliardi di euro adottato dai leader dell’UE lo scorso anno. Deve ancora essere approvato, ma si spera che avverrà entro poche settimane.

La firma del regolamento della Recovery and Resilience Facilty “è un momento storico”. Next Generation Eu “è più dei soldi – ha scandito von der Leyen -. È un fortissimo messaggio di solidarietà e di fiducia nell’Unione europea. Unire le forze, consentire alla Commissione di raccogliere capitali sui mercati e di investirli in Europa è un atto di saggezza comune e un atto di piena fiducia nell’Ue”.

“È nell’interesse degli Stati membri ratificarla il prima possibile”, osserva von der Leyen, spiegando che subito dopo la ratifica la Commissione andrà sui mercati per raccogliere i fondi necessari per procedere ai primi esborsi. L‘obiettivo che “entro la metà dell’anno dovremmo essere in grado di erogare i primi fondi”, ha aggiunto. In tal caso, potrebbe essere consegnato fino al 13%.

Per ricevere la loro quota di aiuti al recupero, che è legata a una serie di impegni e al rispetto dello Stato di diritto, i paesi dell’UE sono stati invitati a presentare piani di riforma entro la fine di aprile. I piani devono dedicare almeno il 37% dei budget al clima e almeno il 20% alla trasformazione digitale. Il finanziamento sarà disponibile per tre anni.

Condividi:
Nizar Ramadan
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: