Svizzera non autorizza vaccino Astrazeneca: dati insufficienti

Svizzera non autorizza vaccino Astrazeneca: dati insufficienti

K metro 0 – Berna – La Svizzera non autorizza, per il momento il vaccino Astrazeneca anti-Covid, in quanto “i dati finora disponibili e analizzati non sono ancora sufficienti per procedere con un’omologazione. Occorrono ulteriori dati di nuovi studi per ottenere informazioni sulla sicurezza, sull’efficacia e sulla qualità”, si legge in un comunicato di Swissmedic,

Condividi:

K metro 0 – Berna – La Svizzera non autorizza, per il momento il vaccino Astrazeneca anti-Covid, in quanto “i dati finora disponibili e analizzati non sono ancora sufficienti per procedere con un’omologazione. Occorrono ulteriori dati di nuovi studi per ottenere informazioni sulla sicurezza, sull’efficacia e sulla qualità”, si legge in un comunicato di Swissmedic, riferisce l’Adnkronos.

“Sulla base dei dati finora analizzati – prosegue la nota – il comitato di esperti esterni Hmec (Human Medicines Expert Committee) che collabora con Swissmedic ha appoggiato la valutazione intermedia di Swissmedic sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca nella riunione straordinaria del 2 febbraio 2021. I dati attualmente disponibili non consentono ancora di prendere una decisione positiva sul rapporto rischi/benefici”.

“Per giungere a una valutazione finale – si legge – , è necessario che il richiedente presenti, tra l’altro, ulteriori dati sull’efficacia provenienti da uno studio di fase III in corso in America del Nord e del Sud e che questi vengano quindi analizzati. Non appena i risultati saranno disponibili, si potrebbe procedere molto rapidamente con un’omologazione temporanea nella procedura di rolling review”.

Nel frattempo, la Svizzera ha stipulato contratti con due nuovi fornitori di vaccini anti-Covid: uno con l’azienda tedesca Curevac, per la fornitura di 5 milioni di dosi di vaccino, e un contratto preliminare con Novavax per altri 6 milioni di dosi, riferisce Keystone-ATS.

Oltre ai due nuovi fornitori, un nuovo contratto è stato stipulato con Moderna per la fornitura di altri 6 milioni di dosi, indica in una nota l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Il volume complessivo di fornitura del vaccino Moderna, già omologato da Swissmedic, sale così a 13,5 milioni di dosi.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: