Francia, Corte: azioni non sufficienti contro il cambiamento climatico

Francia, Corte: azioni non sufficienti contro il cambiamento climatico

K metro 0 – Parigi – Oggi un tribunale di Parigi, ha stabilito che la Francia non ha intrapreso azioni sufficienti per combattere il cambiamento climatico in un caso promosso da un gruppo di organizzazioni non governative. Nella sua sentenza, il tribunale amministrativo di Parigi ha riconosciuto i danni ecologici legati ai cambiamenti climatici e

Condividi:

K metro 0 – Parigi – Oggi un tribunale di Parigi, ha stabilito che la Francia non ha intrapreso azioni sufficienti per combattere il cambiamento climatico in un caso promosso da un gruppo di organizzazioni non governative.

Nella sua sentenza, il tribunale amministrativo di Parigi ha riconosciuto i danni ecologici legati ai cambiamenti climatici e ha ritenuto lo stato francese responsabile del mancato raggiungimento dei suoi obiettivi di riduzione dei gas serra, riporta AP. Secondo gli esperti è una sentenza storica che arriva dopo un’azione legale intrapresa nel 2018 da quattro Ong e supportata dalle firme di oltre 2,3 milioni di cittadini raccolte in meno di un mese.

Il presidente Emmanuel Macron, che è stato molto esplicito sul suo sostegno all’azione per il cambiamento climatico, a dicembre ha spinto a rafforzare gli obiettivi 2030 dell’Unione europea per ridurre i gas serra di almeno il 55% rispetto ai livelli del 1990, rispetto al precedente obiettivo del 40%.

Ma Oxfam France, Greenpeace France e altre due organizzazioni affermano che le pressioni di Macron per l’azione globale per il clima non sono supportate da misure interne sufficienti per ridurre le emissioni. Tuttavia, la Corte ha stabilito che esisteva un legame tra il danno ecologico e le carenze dello Stato nel rispetto dei propri obiettivi. Ha deciso che l’assegnazione di denaro non era appropriata per questo caso, anche una multa – simbolica – di un euro. Ma il gesto è forte – nel verdetto si legge che lo Stato è ritenuto “responsabile” di una inazione su questo fronte – è la prima volta che accade e gli stessi ambientalisti parlano di “sentenza storica”.

Le quattro ONG che hanno avviato il caso hanno definito la decisione una prima vittoria storica per il clima oltre che una vittoria per la verità, affermando che fino ad ora la Francia ha negato l’insufficienza delle sue politiche climatiche.

Il tribunale si è concesso due mesi per decidere le misure per risolvere il problema e impedire che peggiori. Tuttavia, ha chiesto allo Stato francese di pagare a ciascuna delle quattro organizzazioni che hanno promosso l’azione un euro simbolico ciascuna.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: