Portogallo, il parlamento approva la legge sull’eutanasia

Portogallo, il parlamento approva la legge sull’eutanasia

K metro 0 – Lisbona – Il parlamento portoghese ha approvato oggi, la legge sull’eutanasia, con 136 voti favorevoli, 78 contrari e quattro astensioni (due dal PSD e due dal PS). Il Portogallo diventa così il settimo Paese al mondo a consentire ai malati terminali di cercare l’assistenza di un medico, per porre fine alla

Condividi:

K metro 0 – Lisbona – Il parlamento portoghese ha approvato oggi, la legge sull’eutanasia, con 136 voti favorevoli, 78 contrari e quattro astensioni (due dal PSD e due dal PS). Il Portogallo diventa così il settimo Paese al mondo a consentire ai malati terminali di cercare l’assistenza di un medico, per porre fine alla propria vita e alle sofferenze.

I malati terminali di età superiore ai 18 anni potranno richiedere la morte assistita in situazioni di “sofferenza e con malattia incurabile”, a meno che non siano ritenuti mentalmente non idonei a prendere tale decisione. Tuttavia, questa pratica sarà aperta solo ai “cittadini e ai residenti permanenti” nel Paese, al fine di impedire alle persone di arrivare in Portogallo per ottenere assistenza medica e porre cosi fine alla loro vita.

La legge è ora passata al vaglio del presidente Marcelo Rebelo de Sousa, per essere approvata entro pochi giorni o porre il veto e inviarla alla Corte costituzionale. Precedentemente, il presidente aveva detto che avrebbe rispettato il voto del parlamento.

Alcuni hanno criticato la tempistica del voto, con il partito di opposizione PSD, il quale ha affermato che, a causa della pandemia di coronavirus che imperversa in tutto il Portogallo, c’era “grande ansia, grande paura tra le persone, con tutto ciò che ha a che fare con questioni di vita e di morte”, riporta la Reuters.

In una lettera al parlamento, due gruppi che gestiscono la maggior parte delle case di cura portoghesi, duramente colpite dalla pandemia, hanno affermato che “l’approvazione dell’eutanasia rappresenta una mancanza di rispetto per tutte queste persone”.
Ma il leader parlamentare del partito People-Animals-Nature, Ines Real, ha dichiarato: “È disonesto invocare un momento estremamente difficile nel Paese … confondere le morti legate al COVID-19 con il processo legislativo che mira a consentire l’eutanasia a chi soffre ”.
Il Portogallo, un paese a maggioranza cattolica, che ha trascorso gran parte del XX secolo fino alla rivoluzione dei garofani del 1974 governata da un regime fascista, ha fatto da allora passi da gigante nelle riforme liberali che difendono i diritti umani. Ha legalizzato gli aborti nel 2007 e ha anche consentito il matrimonio omosessuale nel 2010.

Condividi:
Patrizia Grandi
Patrizia Grandi
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: