Il Mediatore europeo indaga sulla trasparenza dei contratti tra Ue e produttori di vaccini

Il Mediatore europeo indaga sulla trasparenza dei contratti tra Ue e produttori di vaccini

K metro 0 – Bruxelles – Il Mediatore europeo Emily O’Reilly, citato dall’agenzia stampa Reuters, ha annunciato l’avvio di un’indagine sul modo in cui la Commissione europea gestisce i contratti di acquisto dei vaccini anti Covid-19 firmati con le compagnie farmaceutiche a nome degli Stati membri. “Abbiamo appena aperto un’indagine sul rifiuto della Commissione di

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – Il Mediatore europeo Emily O’Reilly, citato dall’agenzia stampa Reuters, ha annunciato l’avvio di un’indagine sul modo in cui la Commissione europea gestisce i contratti di acquisto dei vaccini anti Covid-19 firmati con le compagnie farmaceutiche a nome degli Stati membri.

“Abbiamo appena aperto un’indagine sul rifiuto della Commissione di concedere l’accesso pubblico ai documenti relativi all’acquisto di vaccini contro COVID-19”, ha detto un portavoce del Mediatore europeo.

Nel frattempo, Corporate Europe Observatory, aveva chiesto l’accesso al contratto firmato con AstraZeneca, il primo accordo sigillato dall’UE, e ai documenti legati ai negoziati sui vaccini. La Commissione ha rifiutato la prima richiesta e non ha deciso sulla seconda, ha detto il difensore civico.

“Dato il significativo interesse pubblico per la questione, chiederei alla Commissione di emettere una decisione di conferma su entrambe le richieste di accesso il prima possibile e al più tardi entro l’11 febbraio 2021“, ha scritto venerdì il Mediatore in una lettera all’esecutivo dell’UE .

Qualsiasi cittadino dell’Unione europea può presentare ricorso al Mediatore per indagare su un’istituzione dell’UE per cattiva amministrazione. La signora O’Reilly ha affermato nella dichiarazione: “i cittadini devono essere sicuri che i contratti che coinvolgono fondi dell’UE vengano assegnati solo dopo un forte processo di valutazione. Le regole attuali non sono sufficienti a fornire questa garanzia”.

L’Ue ha anticipato circa 2,5 miliardi di euro di spese per l’acquisto di dosi da sei compagnie che hanno, attualmente, vaccini anti Covid-19 approvati o in fase sperimentale. I prezzi, i termini di consegna e altre clausole contrattuali importanti hanno carattere riservato, la Commissione europea afferma che la riservatezza è essenziale per ottenere ottime condizioni contrattuali. Intanto gli Stati membri continuano a lamentare per le consegne insufficienti e calendari incerti.

Condividi:
Nizar Ramadan
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: