Germania: Merkel, “impedire la terza ondata”

Germania: Merkel, “impedire la terza ondata”

K metro 0 – Berlino – La cancelliera tedesca Angela Merkel, ha espresso oggi la sua comprensione per le sofferenze e le frustrazioni causate dalla pandemia, definendo la situazione molto difficile. In vista delle numerose restrizioni, la Merkel ha spiegato: “questa pandemia è giustamente percepita da tutti come un’imposizione”, e ha aggiunto: “sarebbe molto sorprendente

Condividi:

K metro 0 – Berlino – La cancelliera tedesca Angela Merkel, ha espresso oggi la sua comprensione per le sofferenze e le frustrazioni causate dalla pandemia, definendo la situazione molto difficile. In vista delle numerose restrizioni, la Merkel ha spiegato: “questa pandemia è giustamente percepita da tutti come un’imposizione”, e ha aggiunto: “sarebbe molto sorprendente se la pazienza non fosse davvero messa a dura prova e anche noi ne siamo consapevoli”. “Tuttavia, ci sono ragioni per sperare, ha sottolineato. ‘Ci sono già i vaccini e sappiamo come trovare l’uscita dalla crisi.

La chiusura sarà prolungata, le scuole rimarranno chiuse e il requisito delle mascherine nel trasporto pubblico sarà rafforzato. La cancelliera Merkel ritiene che sia giusto avere una strategia pronta per la fase successiva al blocco. Ma è già chiaro che non tutto potrà essere riaperto il 15 febbraio. La priorità sarebbero gli asili nido e scuole, “per motivi pratici”. Il governo vuole impedire una terza ondata, è importante non agire troppo in fretta, altrimenti si “tornerà a una crescita esponenziale molto rapidamente”, ha affermato la cancelliera durante la conferenza stampa a Berlino.

Intanto, il Paese segnala oggi, un calo del tasso di incidenza dei nuovi contagi da Coronavirus per 100mila abitanti in Germania, secondo il Robert Koch Institut.

Secondo gli esperti, se la variante Covid dilaga nel Paese, le misure precedenti non saranno sufficienti: c’è la minaccia di un nuovo aumento. I politici sono quindi allarmati, anche perché è ancora del tutto ignoto quale sia la proporzione attualmente rappresentata dalla mutazione nelle infezioni.

Secondo, il ministero dell’Economia federale, sono stati versati complessivamente 3,1 miliardi di euro per gli aiuti di novembre e dicembre ai lavoratori autonomi e alle aziende come pagamenti iniziali.

Nel frattempo, In Germania è morto un uomo che aveva contratto l’infezione da Coronavirus per la seconda volta. Lo hanno riferito le autorità sanitarie, secondo cui si tratterebbe del primo caso del genere nel Paese. L’uomo, 73 anni, residente nel land del Baden-Wuerrtemberg, aveva contratto il coronavirus una prima volta ad aprile e poi era risultato nuovamente positivo al Covid ai primi di gennaio. Altri due casi simili sono stati registrati nei mesi scorsi in Olanda e in Israele, informa l’Adnkronos.

Condividi:
Patrizia Grandi
Patrizia Grandi
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: