Borse mondiali partono in rialzo con l’anno nuovo

Borse mondiali partono in rialzo con l’anno nuovo

K metro 0 – New York – Oggi le borse mondiali hanno raggiunto livelli record, secondo i dati diffusi da Reuters. Lo yuan cinese è aumentato di quasi l’1% rispetto al dollaro, mentre il dollaro ha registrato numeri più bassi. Le azioni europee hanno aperto in rialzo, con il britannico FTSE 100 che ha guadagnato

Condividi:

K metro 0 – New York – Oggi le borse mondiali hanno raggiunto livelli record, secondo i dati diffusi da Reuters.

Lo yuan cinese è aumentato di quasi l’1% rispetto al dollaro, mentre il dollaro ha registrato numeri più bassi. Le azioni europee hanno aperto in rialzo, con il britannico FTSE 100 che ha guadagnato l’1,75%, il DAX tedesco in rialzo dell’1,1%, l’IBEX spagnolo in rialzo dell’1,3% e il FTSE MIB italiano in rialzo dello 0,7%.

L’All-Country World Index di MSCI, che replica i titoli in 49 paesi, ha raggiunto un massimo storico ed è cresciuto di quasi mezzo punto percentuale.

Anche le borse asiatiche hanno guadagnato, anche se l’indice giapponese Nikkei 225 ha perso i primi guadagni, scendendo dello 0,4% dopo che il primo ministro Yoshihide Suga ha confermato che il governo sta considerando lo stato di emergenza per Tokyo e tre prefetture circostanti valutano altre chiusure con il diffondersi del virus.

Nonostante l’ottimismo sui vaccini, gli investitori continuano ad esprimere cautela sul diffondersi della pandemia. “Il virus mantiene il sopravvento ancora per un po'”, ha dichiarato Karl Steiner, chief quantiative strategist di SEB, notando che le vaccinazioni hanno avuto un inizio irregolare, caratterizzato da carenza di vaccini, resistenza agli stessi e ritardi.

Con il ritardo tra un’implementazione completa dei vaccini e una ripresa economica globale, gli investitori conteranno sulle banche centrali per mantenere il denaro a buon mercato.

“Continuiamo a credere che le azioni abbiano ulteriore margine di crescita nel 2021, poiché le misure di stimolo monetario e fiscale forniscono ancora una speranza e prevediamo una significativa crescita degli utili man mano che l’economia globale si riprende”, ha dichiarato Mark Haefele, chief investment officer di UBS Global Wealth Management.

I verbali della riunione di dicembre della Federal Reserve sono in programma mercoledì e dovrebbero fornire maggiori dettagli sulle questioni che riguardano come rendere più esplicite le loro linee guida sulla politica estera e sulla possibilità di un ulteriore aumento degli acquisti di attività quest’anno.

Il calendario dei dati include una serie di sondaggi sulla produzione in tutto il mondo, che mostreranno come l’industria sta affrontando la diffusione del coronavirus e le indagini ISM attentamente monitorate sulle fabbriche e sui servizi statunitensi.

Venerdì sarà disponibile anche il rapporto sui salari di dicembre negli Stati Uniti in cui le previsioni valutano solo un modesto aumento di 100.000 posti di lavoro.

Per quanto riguarda le valute, l’euro è tornato a salire a 1,2281 dollari, dopo essersi insediato la scorsa settimana quando ha raggiunto il massimo dall’inizio del 2018 a 1,2309 dollari. Ha guadagnato quasi il 9% rispetto al 2020.

Il dollaro è scivolato a 102,80 yen. La sterlina si è fermata a 1,3690 dollari, livelli visti l’ultima volta a metà 2018.

Il calo del dollaro è stato un sostegno all’oro, lasciando il metallo più fermo dell’1,3% a 1.931 dollari l’oncia.

Il prezzo del petrolio ha prolungato il rialzo dopo un paio di mesi di solidi guadagni, con il Brent che ha attraversato i 53 dollari al barile. Il greggio usa ha aggiunto il 2% a 49,52 dollari al barile.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: