Minsk, consegnata una nota di protesta all’ambasciatore ucraino

Minsk, consegnata una nota di protesta all’ambasciatore ucraino

K metro 0 – Minsk – Il ministero degli Esteri bielorusso ha consegnato una formale nota di protesta all’ambasciatore dell’Ucraina Igor Kizim, in relazione alle continue proteste contro l’ambasciata a Kiev chiedendo “di garantire la sicurezza della missione diplomatica” riferisce RIA Novosti. Minsk nella nota ha espresso “una protesta risoluta a seguito delle ripetute serie

Condividi:

K metro 0 – Minsk – Il ministero degli Esteri bielorusso ha consegnato una formale nota di protesta all’ambasciatore dell’Ucraina Igor Kizim, in relazione alle continue proteste contro l’ambasciata a Kiev chiedendo “di garantire la sicurezza della missione diplomatica” riferisce RIA Novosti.

Minsk nella nota ha espresso “una protesta risoluta a seguito delle ripetute serie di azioni anti-bielorusse contro l’Ambasciata della Repubblica di Bielorussia in Ucraina”, chiedendo “di garantire la sicurezza della missione diplomatica ad un livello appropriato, in conformità con la Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche del 18 aprile 1961”, ha riferito il Ministero degli Esteri.

Gli attivisti di Kiev avevano installato una croce, in memoria dei manifestanti deceduti di fronte all’ingresso dell’ambasciata bielorussa, portando le loro fotografie, acceso candele e appeso nastri bianco-rosso-bianchi sugli alberi. Il luogo è diventato così un “monumento simbolo di resistenza”, visitato tutti i giorni da molti cittadini ed oppositori.

In Bielorussia, per il quarto mese, continuano le proteste di massa contro il governo di Alexander Lukashenko che continua a sbarazzarsi dei suoi dissidenti. Settemila persone sono state arrestate, molte delle quali hanno parlato di torture e percosse nei reparti di isolamento, mentre diverse persone sono morte.

Durante le proteste, le relazioni tra Ucraina e Bielorussia si sono deteriorate. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha pubblicamente raccomandato a Lukashenko di tenere nuove elezioni, a cui Minsk ha risposto che non aveva bisogno di “consigli”. Kiev ha chiesto ai bielorussi di estradare i combattenti detenuti del PMC Wagner, che hanno combattuto nel Donbass, ma sono tornati in Russia. Come conseguenza, l’Ucraina ha annunciato la sospensione dei contatti con la vicina repubblica.

L’esercito bielorusso ha rafforzato le misure di sicurezza dei confini con Lituania, Polonia e Ucraina.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: