Nagorno-Karabakh: restituiti i caduti, non si placano le proteste in Armenia

Nagorno-Karabakh: restituiti i caduti, non si placano le proteste in Armenia

K metro 0 – Nagorno-Karabakh – Sabato l’Azerbaigian e l’Armenia si sono scambiati i corpi dei soldati, caduti negli scontri intorno alla città di Susha nella regione dell’Alto Karabakh, ha riferito il ministero della Difesa dell’Azerbaigian. In una dichiarazione, il ministero ha detto che i “corpi dei soldati sono stati recuperati attraverso la mediazione delle

Condividi:

K metro 0 – Nagorno-Karabakh – Sabato l’Azerbaigian e l’Armenia si sono scambiati i corpi dei soldati, caduti negli scontri intorno alla città di Susha nella regione dell’Alto Karabakh, ha riferito il ministero della Difesa dell’Azerbaigian.

In una dichiarazione, il ministero ha detto che i “corpi dei soldati sono stati recuperati attraverso la mediazione delle forze russe di mantenimento della pace di stanza nella regione del Nagorno-Karabakh.” si legge nel comunicato. “Inoltre, nel quadro di questa azione, sono stati ricevuti i corpi di sei militari dell’esercito dell’Azerbaigian, che hanno perso la vita durante le battaglie intorno alla città di Shusha”. La dichiarazione ha anche espresso gratitudine alla parte russa per aver organizzato l’azione umanitaria.

Il presidente Ilham Aliyev dal canto suo, ha ricordato che l’Azerbaigian è un paese multinazionale e multi-confessionale, dove sono garantiti i diritti e le libertà dei cittadini di tutti i popoli e religioni. Secondo la dichiarazione trilaterale, saranno protette tutte le chiese cristiane situate nei territori restituiti all’Azerbaigian. Il presidente Aliyev ha assicurato che i cristiani potranno utilizzare le chiese.

La situazione nel Nagorno-Karabakh si sta stabilizzando, non si sentono più colpi nella zona di contatto, lo ha affermato oggi il comandante del gruppo russo di mantenimento della pace in Karabakh, il tenente generale Rustam Muradov, Sono stati installati 12 posti di osservazione del contingente di pace russi lungo la linea del fronte nell’area dell’operazione di mantenimento della pace e stanno monitorando la situazione 24 ore su 24, lo riporta la Tass.

Intanto, “i colloqui tecnici tra le delegazioni militari turche e russe presso la sede del ministero della Difesa turco sono terminati”, afferma una nota del ministero della Difesa turco.

La dichiarazione del ministero turco afferma che le due parti hanno discusso del lavoro da svolgere dopo il cessate il fuoco nella regione dell’Alto Karabakh e della situazione in Siria, inoltre i “colloqui proseguiranno nei prossimi giorni”, conclude la nota.

Le relazioni tra le due ex repubbliche sovietiche dell’Azerbaigian e dell’Armenia sono state tese dal 1991, quando l’esercito armeno occupò il Nagorno-Karabakh, un territorio riconosciuto come parte dell’Azerbaijan, e sette regioni adiacenti.

Negli ultimi scontri che sono esplosi il 27 settembre e dopo le violazioni degli accordi di cessate il fuoco, Baku ha liberato diverse città e quasi 300 dei suoi insediamenti e villaggi dall’occupazione armena durante questo periodo.

Il 10 novembre, i due paesi hanno firmato un accordo mediato da Mosca per porre fine ai combattimenti e lavorare per una risoluzione globale.

Nel frattempo, Artur Vanetsyan, ex direttore del Servizio di sicurezza nazionale dell’Armenia, è stato sospettato di aver complottato contro il primo ministro Nikol Pashinyan. Lo ha annunciato sabato il suo avvocato Lusine Sahakyan, riferisce RIA Novosti.

“I sospetti hanno pianificato di prendere il potere illegalmente assassinando il primo ministro. Ci sono state anche discussioni sui candidati per il suo successore”, ha detto l’NSS. Secondo Sahakyan, il 14 novembre Vanetsyan è stato convocato al dipartimento investigativo del servizio di sicurezza nazionale e li è stato arrestato.

In questi giorni i fermati sono numerosi a seguito delle “inarrestabili” proteste che imperversano nella Capitale armena, in cui l’opposizione chiede le dimissioni del Premier Pashinyan, a causa della sua decisione di firmare un accordo di pace sul Nagorno-Karabakh, inoltre è noto che Vanetsyan aveva preso parte alle proteste.

Condividi:
Nizar Ramadan
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: