Ue, respingimenti illegali in Grecia, coinvolti funzionari Frontex

Ue, respingimenti illegali in Grecia, coinvolti funzionari Frontex

K metro 0 – Bruxelles – Un’indagine condotta da una serie di testate mediatiche europee ha scoperto che Frontex, l’agenzia europea per la sicurezza delle frontiere, è stata coinvolta in diversi “respingimenti” illegali di richiedenti asilo che attraversano il Mar Egeo dalla Turchia alla Grecia. L’indagine ha mostrato “per la prima volta che alti funzionari

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – Un’indagine condotta da una serie di testate mediatiche europee ha scoperto che Frontex, l’agenzia europea per la sicurezza delle frontiere, è stata coinvolta in diversi “respingimenti” illegali di richiedenti asilo che attraversano il Mar Egeo dalla Turchia alla Grecia.

L’indagine ha mostrato “per la prima volta che alti funzionari di Frontex sono a conoscenza di pratiche illegali da parte delle guardie di frontiera greche e che alcuni di loro sono implicati in respingimenti”, ha riferito venerdì il settimanale tedesco Der Spiegel. Il rapporto investigativo è stato prodotto come parte di una collaborazione tra diversi media tra cui Bellingcat e Lighthouse Reports, così come la rivista Der Spiegel, l’emittente televisiva giapponese Asahi e l’emittente pubblica tedesca ARD.

“Ci aspettiamo che sia le autorità greche che Frontex indaghino a fondo su tali rapporti e garantiscano il pieno rispetto del diritto dell’UE”, ha affermato Adalbert Jahnz, portavoce della Commissione europea in un briefing di mezzogiorno. “La commissione è profondamente preoccupata per le segnalazioni di respingimenti e altre forme di non conformità del diritto dell’UE, comprese le garanzie di protezione dei diritti fondamentali e del diritto di accesso all’asilo”, ha detto Jahnz. Ha aggiunto che la commissione è in stretto contatto con Frontex e le autorità greche mentre i funzionari del paese hanno avviato un’indagine sui rapporti.

Tuttavia, secondo quanto riferito, un video di un incidente di giugno mostra persino una barca Frontex che blocca il passaggio di una imbarcazione in mare, con una ripresa successiva del filmato mostra immagini della stessa barca Frontex che corre sulla prua della barca dei migranti prima di lasciare l’area.

Frontex ha il compito di controllare le frontiere esterne dell’area Schengen, con le sue attività nell’Egeo che rientrano nel suo mandato nell’ambito della “Operazione Poseidon”. Le segnalazioni di presunti respingimenti che coinvolgono Frontex sono aumentate nel 2020.

I rappresentanti della Commissione europea riferiranno domani al parlamento europeo sulla situazione del campo temporaneo di Kara Tepe, che ospita la maggior parte delle 12.000 persone rimaste senza casa a causa dell’incendio di Moria. I deputati esamineranno anche le sfide affrontate dalle autorità greche per quanto riguarda l’accoglienza dei migranti e dei richiedenti asilo e il trattamento delle loro domande di asilo.

È probabile che si discuterà anche delle recenti rivelazioni sul personale e le risorse di Frontex presumibilmente coinvolte in respingimenti illegali di richiedenti asilo effettuati dalle guardie di frontiera greche.

Intanto, l’ONG Medici Senza Frontiere (MSF) ha messo in guardia questo lunedì sulle “atrocità “subite da migliaia di profughi che vivono nel campo di Vathy, nell’isola di Samos, e sulla situazione “inaccettabile” e “pericolosa” di più di cento persone che sono isolate a causa di covid.

Sebbene il campo di Vathy non abbia mai raggiunto la triste fama dell’ormai defunto campo di Moria a Lesbo, essendo più piccolo, la situazione è sempre stata molto simile: affollata, sporca e senza le condizioni minime per garantire una vita dignitosa, riporta l’agenzia spagnola EFE.

Condividi:
Nizar Ramadan
Nizar Ramadan
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: