Gran Bretagna: 12 milioni di persone fanno fatica a pagare le bollette

Gran Bretagna: 12 milioni di persone fanno fatica a pagare le bollette

K metro 0 – Londra – Secondo quanto riporta un sondaggio della Financial Conduct Authority, riportato da Reuters, che traccia la resilienza finanziaria dei consumatori, circa 12 milioni di persone in Gran Bretagna rischiano di avere problemi con bollette e rimborsi di prestiti. Il sondaggio, condotto a luglio, ha rilevato che 12 milioni di persone

Condividi:

K metro 0 – Londra – Secondo quanto riporta un sondaggio della Financial Conduct Authority, riportato da Reuters, che traccia la resilienza finanziaria dei consumatori, circa 12 milioni di persone in Gran Bretagna rischiano di avere problemi con bollette e rimborsi di prestiti.

Il sondaggio, condotto a luglio, ha rilevato che 12 milioni di persone in Gran Bretagna avevano una bassa resilienza finanziaria e ha anche scoperto che un sesto di queste persone era diventato finanziariamente fragile da febbraio, dopo che le misure per contenere il virus hanno tagliato i redditi e portato a migliaia di tagli di posti di lavoro.

L’indagine, alla quale hanno preso parte 7.000 persone, ha evidenziato che quasi un terzo degli adulti ha subito un calo del reddito, mentre il reddito delle famiglie è calato in media di un quarto. Gli intervistati della comunità africana e di minoranza se la sono cavata anche peggio, con il 37% che ha segnalato un calo dei propri redditi.

Più di un terzo degli intervistati, che aveva già una bassa resilienza finanziaria e aveva un mutuo, ha affermato che probabilmente rimarrà indietro sui pagamenti del mutuo, mentre il 42% degli affittuari ha dichiarato di essere preoccupato di restare indietro rispetto ai propri obblighi.

“Vogliamo ricordare ai consumatori, in particolare a coloro che si trovano di recente in difficoltà finanziarie, che gli istituti di credito sono in grado di fornire supporto”, ha affermato Sheldon Mills, direttore esecutivo di FCA.

Intanto sono previste da parte del governo misure per garantire che le famiglie vulnerabili possano accedere agli aiuti dopo il 31 ottobre, quando scadono le precedenti iniziative di soccorso COVID-19 come le interruzioni di rimborso del prestito e del mutuo e il regime di mantenimento del lavoro.

Le opzioni per negoziare nuovi piani di rimborso, sospendere, ridurre, rinunciare o annullare ulteriori interessi o addebiti saranno aperte ai clienti, ha affermato la FCA.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: