Baku: Armenia bombarda insediamenti azerbaigiani: 17 civili uccisi

Baku: Armenia bombarda insediamenti azerbaigiani: 17 civili uccisi

K metro 0 – Baku – Hikmat Hajiyev, Capo del Dipartimento Politica Estera dell’Amministrazione del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, ha affermato oggi: “Le Forze Armate dell’Armenia continuano a fare fuoco sugli insediamenti dell’Azerbaigian con artiglieria pesante e altre armi di grosso calibro.  A seguito del bombardamento degli insediamenti da parte delle Forze Armate dell’Armenia, sono state uccise

Condividi:

K metro 0 – Baku – Hikmat Hajiyev, Capo del Dipartimento Politica Estera dell’Amministrazione del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian, ha affermato oggi: “Le Forze Armate dell’Armenia continuano a fare fuoco sugli insediamenti dell’Azerbaigian con artiglieria pesante e altre armi di grosso calibro.

 A seguito del bombardamento degli insediamenti da parte delle Forze Armate dell’Armenia, sono state uccise 17 persone, compresi due bambini e sono state ferite 51 persone. Strutture private e pubbliche sono state danneggiate.

“Queste azioni dimostrano un’ennesima volta che l’Armenia è lontana dai valori civili ed è un paese che commette attacchi insidiosi contro i civili e i minori. Mirare o uccidere deliberatamente i civili durante operazioni militari è un crimine di guerra. Lo Stato armeno e la leadership politica dell’Armenia hanno la responsabilità per questo. Il primo attacco è stato effettuato dalla regione di Vardenis dell’Armenia.

Come nuovo atto di aggressione contro il nostro paese, oggi il territorio dell’Azerbaigian è stato sottoposto ad attacchi di razzi dalla regione di Goris dell’Armenia. Questa è la seconda occasione di attacco dell’Armenia nel territorio dell’Azerbaigian. A seguito dei razzi, circa 20 case sono state danneggiate nel villaggio di Jojug Marjanli, costruito recentemente per gli sfollati interni. – Continua il Capo del Dipartimento – Avvertiamo la parte armena che nel caso in cui gli attacchi in Azerbaigian, provenienti dal territorio dell’Armenia, non si fermeranno, saranno prese misure adeguate contro i rispettivi obiettivi militari autori dei bombardamenti.”

Intanto, il servizio Stampa del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica dell’Azerbaigian ha fatto una dichiarazione sul ferimento di due giornalisti del “Le Monde”.

Si legge: “vorremmo sottolineare che l’Armenia organizza visite per i giornalisti stranieri nel territorio dove si svolgono operazioni militari, mettendo in pericolo la vita dei giornalisti e violando gravemente il diritto internazionale umanitario. Ricordiamo che il 27 settembre 2020 il Ministero della Difesa della Repubblica dell’Azerbaigian ha dichiarato ufficialmente che, a differenza dell’occupante Armenia, l’Esercito dell’Azerbaigian, attenendosi alle disposizioni dei requisiti del diritto internazionale umanitario, comprese le Convenzioni di Ginevra, non prende di mira la popolazione e le strutture civili.

Consentire deliberatamente l’accesso di giornalisti stranieri nelle zone di pericolo, dimostra in modo chiaro che il governo dell’Armenia sta ignorando i suoi obblighi di garantire la sicurezza dei giornalisti e che sta utilizzando i giornalisti stranieri per i propri scopi di propaganda.

Invitiamo i giornalisti stranieri ad ottenere in primo luogo l’autorizzazione da parte dell’Azerbaigian, per una visita nella regione azerbaigiana del Nagorno Karabakh e nei distretti adiacenti, in entrambi i casi sotto occupazione militare da parte dell’Armenia.”

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: