Romania, corruzione: procedimento contro il capo della gendarmeria rumena

Romania, corruzione: procedimento contro il capo della gendarmeria rumena

K metro 0 – Bucarest – La Direzione Nazionale Anticorruzione (DNA) ha avviato un procedimento penale contro il capo della gendarmeria rumena Bogdan Enescu, con l’accusa di aver superato la sua autorità ufficiale, ha informato DNA oggi. Bogdan Enescut è stato interrogato del procuratore nazionale anticorruzione per un caso riguardante la retribuzione illegale di straordinari. Arrivato

Condividi:

K metro 0 – Bucarest – La Direzione Nazionale Anticorruzione (DNA) ha avviato un procedimento penale contro il capo della gendarmeria rumena Bogdan Enescu, con l’accusa di aver superato la sua autorità ufficiale, ha informato DNA oggi.

Bogdan Enescut è stato interrogato del procuratore nazionale anticorruzione per un caso riguardante la retribuzione illegale di straordinari. Arrivato al quartier generale della DNA, il capo della gendarmeria si è dichiarato innocente. Bogdan Enescu non intende dimettersi dalla sua carica. “Non prenderò in considerazione le dimissioni perché non è giustificato”, ha detto il comandante mentre lasciava il quartier generale della DNA. Ha aggiunto che le indagini sul caso continuano ed è convinto che la verità verrà alla luce”, ha detto Enescu

Anche gli ex capi, riportano i media romeni, il colonnello Ionuț Cătălin Sindile e il generale Constantin Florea, sono sotto inchiesta “I tre sospetti avrebbero ricevuto, nel corso del 2020, denaro per un importo totale di 79.852 Lei per attività straordinarie, senza alcuna documentazioni ufficiale o disposizione di una autorità superiore per giustificare la natura operativa prevista delle attività condotto.”

Bogdan Enescu è capo della Gendarmeria Romena dal dicembre 2019. D’altra parte, sempre oggi, l’ex poliziotto e marito dell’attuale capo della Procura Antimafia (DIICOT), Giorgiana Hosu, è stato condannato dal Tribunale di Bucarest a tre anni di carcere, per un reato in cui è accusato di istigazione all’accesso abusivo ad un sistema informatico e di incoraggiamento alla divulgazione di informazioni riservate. La decisione non è definiva. Un giorno prima, il presidente romeno, Klaus Iohannis, aveva dichiarato che una condanna nel caso del marito del capo della DIICOT non resterebbe senza conseguenze.

Il presidente romeno ha nominato Giorgiana Hosu nella carica, quest’anno, nonostante il parere negativo del Consiglio Superiore della Magistratura.

Condividi:
Patrizia Grandi
Patrizia Grandi
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: