fbpx

Germania: il governo approva la bozza del più elevato “bilancio 2021”

Germania: il governo approva la bozza del più elevato “bilancio 2021”

K metro 0 – Berlino – Il Consiglio dei ministri tedesco ha approvato oggi il progetto di bilancio del ministro delle finanze Olaf Scholz per il prossimo anno che prevede un nuovo debito netto di 96,2 miliardi di euro per finanziare ulteriori misure volte a fronteggiare la crisi del coronavirus. Si tratta della secondo spesa

Condividi:

K metro 0 – Berlino – Il Consiglio dei ministri tedesco ha approvato oggi il progetto di bilancio del ministro delle finanze Olaf Scholz per il prossimo anno che prevede un nuovo debito netto di 96,2 miliardi di euro per finanziare ulteriori misure volte a fronteggiare la crisi del coronavirus. Si tratta della secondo spesa più elevata del debito netto mai stanziato dalla fine della Seconda guerra mondiale e si aggiunge all’indebitamento record di circa 218 miliardi di euro di quest’anno. Intanto il bilancio 2021 ora passa al parlamentare per l’approvazione.

Il ministro Scholz si legge su Reuters ha dichiarato: “Proteggiamo la salute dei cittadini, sosteniamo l’economia e assicuriamo l’occupazione. La pandemia COVID-19 è tutt’altro che finita, il governo non deve rallentare i suoi sforzi. Con il budget per il 2021, stiamo chiarendo che andremo fino in fondo insieme. Agiamo con decisione, anche se costa molto, perché non fare nulla costerebbe ancora di più al nostro Paese”.

Dal 2022 in poi, la Germania intende attenersi nuovamente alle regole del freno all’indebitamento, limitando l’indebitamento stesso a una piccola frazione del prodotto interno lordo. I piani di bilancio a medio termine del governo prevedono un nuovo debito netto di 10,5 miliardi di euro nel 2022, 6,7 miliardi di euro nel 2023 e 5,2 miliardi di euro nel 2024. Ciò significa che la Germania non ha intenzione di tornare alla sua politica fiscale ultra-prudente, ovvero mantenere un bilancio in pareggio.

La Germania al momento sta beneficiando dei bassi costi di indebitamento, in parte consentiti dalla politica monetaria espansiva della Banca centrale europea, quindi è probabile che il conto di Berlino per il servizio del debito si riduca ulteriormente quest’anno nonostante i suoi piani di prestito aggiuntivi. Il suo rapporto debito / PIL salirà a circa il 75% nel 2020 da poco meno del 60% nel 2019 e poi rimarrà a quel livello nel 2021 poiché l’economia dovrebbe riprendersi fortemente.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
19°
Sunny
TueWedThu
24/8°C
22/13°C
22/17°C

Newsletter


Condividi: