Spagna: Catalogna lockdown per 200mila persone

Spagna: Catalogna lockdown per 200mila persone

K metro 0 – Madrid – Lockdown in Spagna per oltre 200mila persone dopo l’aumento dei casi di coronavirus. La Catalogna ha adottato provvedimenti restrittivi per la provincia del Segrià e per circa 210mila abitanti di 38 comuni dopo l’aumenti di casi e di ricoveri nelle ultime settimane. I cittadini sono invitati a limitare gli

Condividi:

K metro 0 – Madrid – Lockdown in Spagna per oltre 200mila persone dopo l’aumento dei casi di coronavirus. La Catalogna ha adottato provvedimenti restrittivi per la provincia del Segrià e per circa 210mila abitanti di 38 comuni dopo l’aumenti di casi e di ricoveri nelle ultime settimane. I cittadini sono invitati a limitare gli spostamenti, mentre la provincia si trasforma in una zona rossa su cui vigilano agenti dislocati in 25 punti di controllo.

Le autorità hanno chiuso per 5 giorni la regione de La Marina in Galizia, isolando 71mila abitanti. Il numero di persone contagiate, infatti, continua a crescere e supera già il centinaio. Sabato la stessa misura era stata decisa in Catalogna, lockdown anche nella regione di Segrià, in provincia di Lleida. Restrizioni del genere non venivano decise dal Paese dalla fine dello stato di emergenza, il 21 giugno. Sono 28mila nel Paese le persone di cui è stata confermata la morte per il Coronavirus.

Come si legge sull’edizione online di El Mundo, il nuovo allarme è legato anche alle infezioni segnalate tra i lavoratori stagionali per la raccolta della frutta. In molti casi si tratta di persone prive di domicilio, che dormono per strada o che si procurano sistemazioni di fortuna, in condizioni igienico-sanitarie a dir poco precarie.

Condividi:
Patrizia Grandi
Patrizia Grandi
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: