Giappone: piogge torrenziali. 75mila evacuati

Giappone: piogge torrenziali. 75mila evacuati

K metro 0 – Tokyo – Piogge torrenziali senza precedenti si sono abbattute nella regione meridionale del Giappone. In queste ore migliaia di truppe sono state inviate sull’isola meridionale di Kyushu per unirsi alle operazioni di salvataggio. Trattasi del più violento evento climatico degli ultimi anni, secondo quanto riportato dall’agenzia metereologica nipponica. Al momento l’evacuazione

Condividi:

K metro 0 – Tokyo – Piogge torrenziali senza precedenti si sono abbattute nella regione meridionale del Giappone. In queste ore migliaia di truppe sono state inviate sull’isola meridionale di Kyushu per unirsi alle operazioni di salvataggio. Trattasi del più violento evento climatico degli ultimi anni, secondo quanto riportato dall’agenzia metereologica nipponica. Al momento l’evacuazione per 75mila persone e si contano 13 dispersi.

“Le forti piogge continueranno probabilmente fino a domenica e i cittadini, residenti nella zona, dovranno essere consapevoli della massima allerta”, ha dichiarato il primo ministro giapponese, Shinzō Abe, aggiungendo che “ben 10.000 membri delle forze dell’ordine del Giappone sono già stati spediti nella regione”.

L’emittente pubblica NHK ha inoltre affermato – anche attraverso il supporto di molte testimonianze video – che l’inondazione del fiume Kuma – lungo oltre 115 chilometri e che attraversa la prefettura di Kumamoto – stava letteralmente “tagliando in due le case e […] ha spazzato via un intero ponte”.

Nel frattempo, alcuni collegamenti ferroviari regionali – incluso quello assicurato dal treno ad alta velocità Shinkansen – sono stati sospesi, causando forti disagi per i milioni di pendolari.

Condividi:
Daniele Sireus
Daniele Sireus
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: