Ungheria riapre la frontiera con l’Austria, riparte il turismo

Ungheria riapre la frontiera con l’Austria, riparte il turismo

K metro 0 – Budapest – L’Ungheria apre il confine con l’Austria. La decisione presa dal governo ungherese si applica ai cittadini austriaci e ungheresi che rientrano in Ungheria e che dimostrino di aver effettuato, entro quattro giorni, un test per il Coronavirus e siano risultati negativi, riporta l’agenzia APA. l’Ungheria, a partire da venerdì, ha

Condividi:

K metro 0 – Budapest – L’Ungheria apre il confine con l’Austria. La decisione presa dal governo ungherese si applica ai cittadini austriaci e ungheresi che rientrano in Ungheria e che dimostrino di aver effettuato, entro quattro giorni, un test per il Coronavirus e siano risultati negativi, riporta l’agenzia APA.

l’Ungheria, a partire da venerdì, ha aperto la sua frontiera con la vicina Austria, Il provvedimento, è stato pubblicato giovedì sulla Gazzetta Ufficiale e afferma che le frontiere sono aperte; nel dettaglio, che nel caso che delle persone manifestino i sintomi di Covid-19, per quattordici giorni, non sono autorizzate a lasciare il luogo di in cui si trovano e devono informare tempestivamente le autorità per via telefonica.

Nel frattempo, semaforo Verde” del governo austriaco per il rilancio del turismo nel paese, promuovendo la formula “Vacanza sicura”, le autorità vogliono dimostrare ai turisti, specialmente a quelli tedeschi, che nel paese è possibile fare le vacanze in sicurezza.

Il settore del turismo è in seria difficoltà in tutta l’Europa a causa della pandemia. Si punta dunque sul turismo interno per “salvare” l’estate. Il prossimo 29 maggio ufficialmente riaprono le strutture alberghiere. Il Ministro del Turismo Elisabeth Köstinger (ÖVP) ha pianificato la campagna promozionale in Austria e Germania, per attirare nuovamente i turisti, per questa campagna il governo ha stanziato un budget di circa 40 milioni di euro, riportano i media. Durante una conferenza stampa col Cancelliere Sebastian Kurz e il Presidente della Camera di commercio austriaca Harald Maher, il Ministro ha dichiarato: “A partire dal 29 maggio, sarà di nuovo possibile andare in vacanza in Austria” e il Cancelliere Kurz altresì ha dichiarato: “Investiremo molto … Per testare il maggior numero possibile di membri dello staff dell’hotel che entrano in contatto con gli ospiti.”

Nel piano di prevenzione adottato dalle autorità austriache è prevista la realizzazione di 65.000 test a settimana; già da fine giugno, questi test dovrebbero essere disponibili per i dipendenti del comparto turistico. Nei prossimi giorni, saranno determinate le regioni in cui i test verranno sperimentati per primi.

Prima di tutto, verranno testati i dipendenti che hanno contatto diretto con i turisti, come la categoria dei camerieri o dei lavoratori in contatto diretto con i visitatori; gli albergatori potranno richiedere i test al rispettivo stato federale, tuttavia i test non sono obbligatori, saranno per decisione volontaria.

Se un dipendente risultasse positivo al test, la struttura alberghiera rimarrebbe aperta. Secondo Harald Mahrer, capo della Camera di commercio, solo il dipendente contagiato entrerà in quarantena, Mahrer ha anche annunciato un “pacchetto di prevenzione ulteriore in modo da prevenire infezioni”.

La riapertura delle frontiere austriache con la Svizzera, la Germania e altri Stati confinanti è prevista attorno alla metà di giugno. Nella seconda metà del mese prossimo ci sarà la riapertura con i Paesi limitrofi dell’est europeo, con basse percentuali di contagi.

Condividi:
Alessio Lauro
Alessio Lauro
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: