DIDATTICA, CHE SPETTACOLO! Venerdì 22, primo appuntamento

DIDATTICA, CHE SPETTACOLO! Venerdì 22, primo appuntamento

Il Teatro Villa Pamphilj è on line sulla pagina Facebook www.facebook.com/TSVCorsini/ K metro 0 – Roma – Al via “Didattica, che spettacolo!”, un nuovo format online del Teatro Villa Pamphilj a cura della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia che presenta artisti e musicisti che sono stati di casa al Teatro o che lo saranno, appena l’emergenza Covid 19 lo

Condividi:

Il Teatro Villa Pamphilj è on line sulla pagina Facebook www.facebook.com/TSVCorsini/

K metro 0 – Roma – Al via “Didattica, che spettacolo!”, un nuovo format online del Teatro Villa Pamphilj a cura della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia che presenta artisti e musicisti che sono stati di casa al Teatro o che lo saranno, appena l’emergenza Covid 19 lo permetterà.

Saranno conversazioni musicali guidate da Paolo Pecorelli (La Batteria, coordinatore dipartimento adulti della Scuola) e da Checco Galtieri (Portavoce del Forum Nazionale per l’Educazione Musicale e direttore della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia).

Durante gli incontri verranno messi a confronto l’aspetto educativo e quello performativo che, per la buona riuscita della didattica, dovrebbero essere indissolubilmente sempre legati l’uno all’altro.

Tutti i venerdì alle 18 a partire dal 22 Maggio saranno presentate nuove produzioni, verranno riscoperti filmati rari, si dialogherà sui progetti futuri e su come la musica e la didattica cambieranno nel rapporto artista/pubblico, insegnante/allievi, dopo l’emergenza Covid 19.

Si parte con un ciclo di tre incontri legati a una residenza focale del TeatroL’Orchestra di Villa Pamphilj, e ad artisti italiani che hanno avuto occasione di collaborazione con essa.

Il primo, venerdì 22 maggio, dal titolo “Dissonanze On Line” sarà con Patrizio Fariselli, storico pianista e tastierista degli Area accanto a Stratos, Capiozzo, Tofani e Tavolazzi, che converserà con Checco Galtieri e Paolo Pecorelli.

Fariselli, ospite dell’Orchestra di Villa Pamphilj per laboratori e concerti, è un artista speciale il cui percorso è frutto della frequentazione di numerosi linguaggi musicali e delle più variegate esperienze artistiche, dal prog-rock al jazz, attraverso l’improvvisazione radicale e la musica contemporanea di matrice cageana per giungere fino alla composizione di colonne sonore e di musiche per l’infanzia.

Un’occasione importante per riflettere sul senso e sulle strategie del fare musica in un momento così complesso e inedito per tutti noi.

Il secondo appuntamento, venerdì 29, dal titolo “Dalla cadenza evitata alla viola da gamba” vedrà come ospite Fabrizio Cardosa, altro artista decisamente poliedrico, che sembra incarnare nella contemporaneità i multiformi talenti di un uomo rinascimentale.
Oltre all’attività d’insegnamento e direzione corale presso la Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, Cardosa è arrangiatore e compositore di grande spessore, esperto di musica elettronica, nonché liutaio provetto nella costruzione di copie di strumenti rinascimentali e barocchi, soprattutto viole da gamba ispirate a quelle dei grandi liutai del passato e riveste il ruolo di direttore dell’Orchestra Di Villa Pamphilj.

Una nuova occasione di confronto e arricchimento culturale, attraverso un dialogo attorno ai temi della musica, della tecnologia e dell’insegnamento in un contesto nuovo, inaspettato e difficile.

Venerdì 5 giugno, “Jazz not only” con Ada Montellanico vocalist jazzistica di spicco del panorama europeo, docente al Conservatorio di Campobasso.

Ada Montellanico avrebbe dovuto esibirsi con l’Orchestra di Villa Pamphilj di Fabrizio Cardosa il 4 Maggio e già da tempo erano iniziate le prove… Prima di tornare dal vivo insieme, i due dialogheranno, ragionando insieme anche ai partecipanti alla diretta, su quanto stia incidendo questa nuova e particolare emergenza sul mondo della creatività, del jazz e dell’improvvisazione: tre concetti distinti, ma assai convergenti.

Venerdì 12 giugno, “L’ottavo viaggio di Sindbad” un incontro con Giusi Cataldo e Linea Ensemble.

Cinque artisti, ospiti frequenti del teatro, raccontano i loro progetti reading musicali: la melodia delle parole, la narrazione della musica con testi che viaggiano nel tempo e nello spazio da Virgilio e Dante a Erri De Luca e la palestinese Suad Amiry, da Kavafis a Tiziano

Terzani. Anche le musiche percorrono secoli e incrociano generi: da Al Sunbati a Tasman, da Piazzolla a Mompou, da Zawinul ai King Crimson…

Il programma di Didattica che Spettacolo prosegue a giugno con la presentazione di diversi progetti artistici, nuove produzioni musicali, CD per poi proseguire con un ciclo di dirette dedicate alla nuova didattica in tempo di Covid 19, durante le fasi 2,3 e 4!

DIDATTICA CHE SPETTACOLO! si inserisce nella programmazione social del Teatro Villa Pamphilj diretto da Veronica Olmi e fa parte di #IncursioniArtisticheDiMutualità, il palinsesto digitale TIC ON LINE dei Teatri in Comune – l’articolata rete di spazi per lo spettacolo parte del Sistema di Teatro Pubblico Plurale, coordinato dal Teatro di Roma e promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: