fbpx

Unione Medici Arabi: piena solidarietà al popolo italiano

Unione Medici Arabi: piena solidarietà al popolo italiano

K metro 0 – Roma – In questi giorni difficili che l’Italia sta attraversando a causa della pandemia di COVID19 e mentre diamo l’addio ai nostri migliori e cari colleghi, martiri del dovere umanitario, medici, infermieri e altri lavoratori del settore della sanità in Italia, scomparsi durante lo svolgimento del loro dovere combattendo la pandemia,

Condividi:

K metro 0 – Roma – In questi giorni difficili che l’Italia sta attraversando a causa della pandemia di COVID19 e mentre diamo l’addio ai nostri migliori e cari colleghi, martiri del dovere umanitario, medici, infermieri e altri lavoratori del settore della sanità in Italia, scomparsi durante lo svolgimento del loro dovere combattendo la pandemia, Scrive il Presidente dell’Unione Medici Arabi in Italia Hassan Sabri sentiamo il dovere di comunicare quanto segue:

1- Esprimiamo la nostra piena solidarietà al popolo italiano in quanto anche noi ci sentiamo di appartenere al suo tessuto sociale. Siamo oltre 1000 medici arabi che lavoriamo, da molti anni, nel settore sanitario a fianco di numerosi infermieri, tecnici dei servizi di assistenza medica e operatori sanitari sociali. La malattia ci ha toccato come ha colpito gli altri, alcuni di noi hanno perso la vita e altri ancora sono ricoverati negli ospedali. Porgiamo le nostre sentite condoglianze ai familiari dei nostri colleghi scomparsi, preghiamo perché riposino in pace e per una pronta guarigione per i malati;

2- Confermiamo la nostra volontà di continuare ed aumentare il nostro impegno e di mettere tutte le nostre potenzialità e capacità al fianco dei nostri colleghi italiani per resistere a questa terribile crisi.

3- Chiediamo ai nostri connazionali medici in pensione di partecipare a questo sforzo umanitario. Saremmo loro davvero molto grati e riconoscenti.

4- Ringraziamo le nazioni che hanno mostrato la loro solidarietà e tutti i medici giunti dall’estero per sostenere l’Italia in questo momento di difficoltà e, inoltre, ringraziamo i medici dello Stato di Palestina che hanno espresso la loro volontà di inviare un’equipe medica in Italia se necessario, e apprezziamo molto i loro grandi sforzi nell’affrontare l’epidemia in Palestina. E ciò nonostante l’occupazione dei territori.

5- Partecipiamo attivamente ed in prima linea per far fronte alla pandemia di covid-19 in questo nostro secondo paese di adozione, l’Italia. Intanto i nostri più profondi sentimenti sono con i nostri cari nei nostri paesi arabi, i quali si trovano ad affrontare questa epidemia in circostanze difficili, a causa della debolezza dei sistemi sanitari, delle scarsità di risorse disponibili, della mancanza di trasparenza e dell’occultamento deliberato del reale numero delle vittime.

Chiediamo a tutti i colleghi arabi che operano nel settore sanitario in Italia di partecipare al rafforzamento del ruolo dell’Unione dei Medici Arabi in Italia al fine di realizzare I nostri obiettivi per il bene nostro e degli italiani.  Dio protegga l’umanità e l’Italia da questa pandemia e da ogni male.

I casi totali registrati al 18 aprile sono 175.925, 3.491 in più di ieri, 79 le persone in meno in terapia intensiva. I guariti in più sono 2.200, il totale è 44.927. Oggi 61.725 tamponi in più. 482 le vittime nelle ultime 24 ore, 23.227 i decessi dall’inizio dell’emergenza Coronavirus in Italia.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
19°
Sunny
TueWedThu
24/8°C
22/13°C
22/17°C

Newsletter


Condividi: