Francia. Macron, siamo in guerra contro un nemico invisibile

Francia. Macron, siamo in guerra contro un nemico invisibile

K metro 0 – Agenzie – Parigi – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha ribadito che la Francia è “in guerra” contro un nemico invisibile, il Covid-19, e ha lanciato la cosiddetta operazione ‘Résilience’, in sostegno alla popolazione in pieno coronavirus. “Abbiamo solo una priorità: battere il virus”. Macron, nel corso di un solenne intervento

Condividi:

K metro 0 – Agenzie – Parigi – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha ribadito che la Francia è “in guerra” contro un nemico invisibile, il Covid-19, e ha lanciato la cosiddetta operazione ‘Résilience’, in sostegno alla popolazione in pieno coronavirus. “Abbiamo solo una priorità: battere il virus”.

Macron, nel corso di un solenne intervento durante una visita all’ospedale da campo di Mulhouse, lancia un forte appello all'”unità” contro il coronavirus e chiede di evitare ogni forma di “divisione”.

“Voglio ringraziare i nostri vicini tedeschi, svizzeri, lussemburghesi, che hanno ricoverato una trentina di pazienti gravi, come abbiamo fatto qualche settimana fa per i nostri vicini italiani. È anche questa l’Europa, la vera, questa solidarietà”, ha aggiunto Macron.

Intanto è stato ampliato l’accesso alla disoccupazione parziale riporta – l’AGI – le persone che percepiscono uno stipendio inferiore a quello minimo garantito (Smic) riceveranno un’indennità di integrazione, mentre i genitori a casa per occuparsi dei figli avranno diritto a un’indennità per raggiungere il 90% dello stipendio normalmente percepito. Le aziende che hanno ridotto la propria attività avranno accesso al regime di “attività parziale” e potranno farne richiesta entro 30 giorni. Grazie a questo meccanismo, accettato dallo Stato entro 48 ore, si vedranno rimborsate le indennità di disoccupazione parziale versate ai dipendenti. Al momento le aziende che hanno fatto richiesta di attività parziale sono 37.000, per un totale di 770.000 dipendenti.

Il ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, nel frattempo ha presentato ulteriori dispositivi a sostegno delle aziende, tra cui un fondo di garanzia dello Stato di 300 miliardi di euro per la copertura dei prestiti contratti dalle società con fatturato inferiore a 1,5 milione di euro.

Con la formula “zero entrate, zero spese” è sospeso o scaglionato senza penalità il pagamento delle fatture di energia, gas, luce e gli affitti oltre al rimborso dei viaggi di lavoro cancellati a causa dell’epidemia. Per i liberi professionisti e le società con fatturato inferiore a 1 milione di euro è istituito un apposito fondo di solidarietà, con il diritto a un’indennità forfetaria di 1.500 euro, integrata in caso di necessità con un secondo versamento da 2.000 euro. Questo fondo costerà allo Stato 1 miliardo al mese.

La Francia è ormai entrata in piena emergenza, con più di 1.300 morti e 25mila “attualmente positivi”. Ormai il quinto Paese al mondo per numero di decessi e il settimo per casi registrati.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: