fbpx

Bando da 30 mln. Borghi e centri storici: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Bando da 30 mln. Borghi e centri storici: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

K metro 0 – Roma – Destinatari gli enti comunali delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le risorse provengono dal PON Cultura e Sviluppo FESR 2014-2020 e dal Piano Operativo “Cultura e Turismo” FSC 2014-2020. Si tratta di promuove la valorizzazione del patrimonio culturale anche ai fini della qualificazione dell’offerta turistica. In particolare,

K metro 0 – Roma – Destinatari gli enti comunali delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le risorse provengono dal PON Cultura e Sviluppo FESR 2014-2020 e dal Piano Operativo “Cultura e Turismo” FSC 2014-2020.

Si tratta di promuove la valorizzazione del patrimonio culturale anche ai fini della qualificazione dell’offerta turistica. In particolare, l’obiettivo è valorizzare le destinazioni con un alto potenziale ma ancora non pienamente riconosciute come “mete turistiche” che possono beneficiare di un’azione volta a generare una migliore distribuzione dei flussi di visitatori attraverso l’allargamento dell’offerta e un’esperienza turistica più vicina alle nuove tendenze della domanda.

Oggetto Il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola e media dimensione, attraverso il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali, nonché elementi distintivi del carattere identitario. L’intervento mira altresì a sostenere progetti innovativi di sviluppo turistico che favoriscano processi di crescita socio-economica nei territori beneficiari, anche al fine di promuovere processi imprenditoriali che ne accrescano l’occupazione e l’attrattività. È questo l’obiettivo del bando “Borghi e Centri storici”, finanziato per 30 milioni di euro dal PON Cultura e Sviluppo FESR 2014-2020 e dal Piano Operativo Cultura e Turismo (FSC) 2014-2020.

Gli interventi per i quali è possibile richiedere il finanziamento riguardano opere, servizi, anche innovativi, e attività culturali per: – recupero e adeguamento funzionale, strutturale e impiantistico di immobili e/o spazi pubblici; – realizzazione di percorsi ciclabili e/o pedonali per la connessione e la fruizione dei luoghi di interesse turistico-culturale (musei, monumenti, siti Unesco, biblioteche, aree archeologiche e altre attrattive culturali, religiose, artistiche, ecc.); – erogazione dei servizi di informazione e comunicazione per l’accoglienza (info point, visitor center, etc.), volti a favorire la fruizione del patrimonio culturale tangibile e intangibile, anche attraverso tecnologie avanzate e strumenti innovativi (prodotti editoriali e multimediali, portali informativi, pannelli interattivi, audioguide, realtà aumentata, ecc.). – valorizzazione e ampliamento dell’offerta culturale, attraverso la realizzazione di attività e servizi artistici (installazioni, videoproiezioni, digital art, land art, ecc.), in luoghi potenzialmente interessanti sotto il profilo turistico; – realizzazione e promozione di itinerari culturali, tematici, percorsi storici e visite guidate, anche attraverso il restauro e l’apertura al pubblico di siti; – valorizzazione di saperi e tecniche locali (artigianato locale, tecniche costruttive e lavorazioni dei materiali secondo le tradizioni locali, ecc.) anche attraverso attività esperienziali aventi ad oggetto gli elementi simbolici del carattere identitario dei luoghi; – miglioramento dell’accessibilità e della mobilità nei territori.

 

https://ponculturaesviluppo.beniculturali.it/bando-borghi-e-centri-storici/

Condividi su:
Patrizia Grandi
CONTRIBUTOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Pubblicità

Su TUTTE le prestazioni Super PROMO -30% | dott.ssa Chiara Cefalo - Medico Endocrinologo

Che tempo fa



Condividi su: